AEROPORTO COSTA D’AMALFI, DIECI MOTIVI PER IL NO –

C’è una voce fuori dal coro che canta lodi ed entusiasmo per la conclusione a lieto fine della conferenza dei servizi che presso il ministero delle Infrastrutture lo scorso 28 novembre ha detto sì al Masterplan  che mette nero su bianco le opere di ampliamento dello scalo.  In una nota stampa inviata dai legali che stanno seguendo la questione, alcuni cittadini direttamente interessati dall’imponente opera progettata prevista dal Masterplan hanno ricordato di aver da mesi presentato e depositato presso il TAR di Salerno un ricorso avverso il Decreto 36/2018 con il quale il Ministero dell’Ambiente della Tutela del Territorio e del Mare ha decretato la compatibilità ambientale dell’opera chiudendo positivamente la procedura di Valutazione di Impatto Ambientale (cd VIA).Il ricorso consta di ben dieci motivi che oltre ad evidenziare il preoccupante impatto dell’opera

sull’ambiente e sulla salute umana dei cittadini di Pontecagnano Faiano, Montecorvino Pugliano e Bellizzi (impatto colpevolmente sottovalutato nell’ambito della procedura di VIA), denunciano una serie di illegittimità del procedimento e delle prescrizioni del Decreto dovute anche alla carenza informativa del Masterplan . Dopo il sì della conferenza dei servizi, gli avvocati   dei ricorrenti hanno depositato anche un’apposita istanza al TAR per chiedere di accelerare la procedura di definizione nel merito del ricorso la cui udienza dovrebbe essere fissata a breve. La valutazione di impatto ambientale del  Masterplan Aeroportuale predisposto da ENAC e da Aeroporto di Salerno Spa forma quindi oggetto di un ricorso giurisdizionale che potrebbe portare all’annullamento del Decreto 36/2018 con inevitabili riflessi sia sul provvedimento di compatibilità urbanistica che, più in generale, sull’iter di realizzazione dell’opera. La realizzazione delle opere di ampliamento dello scalo Costa d’Amalfi previste dal Masterplan, lungi dall’essere giunta a conclusione (tantomeno in maniera “irreversibile”), dovrà attendere la decisione del TAR oltre che il rilascio dell’autorizzazione alla concessione totale dello scalo da parte del Ministero delle Finanze che, come noto, condiziona l’operatività dell’accordo con Gesac”.

 Entra a far parte della CHAT di TV Oggi Salerno


NOTE SUI COMMENTI
L'area dei commenti vuole fornire agli utenti di questo sito la possibilità di esprimere la propria opinione su vari argomenti.
Questo però deve avvenire nel pieno rispetto del vivere civile e del buon gusto.
Pertanto è assolutamente vietato inserire messaggi dal contenuto minaccioso, insultante, diffamatorio, ingiurioso, osceno, volgare, offensivo, pornografico, sacrilego, sessualmente esplicito o indecente, e ogni quant'altro costituisca di per sé o induca ad atti illeciti, comporti responsabilità civile o che in qualunque altro modo violi qualsiasi legge locale, regionale, nazionale od internazionale.
Ciò nonostante gli amministratori di questo sito non possono essere ritenuti responsabili di come, dove e da chi questo forum viene utilizzato in quanto non sono nella possibilità concreta di esercitare un controllo diretto sugli stessi.
Chiunque però dovesse riscontrare contenuti non in linea con i principi fin qui descritti può segnalarceli all'indirizzo redazione@tvoggisalerno.it per la rimozione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Author: Monica Di Mauro

1534 stories / Browse all stories

Related Stories »

meteo
Meteo Salerno
#pubblicità#

POP UP BUONO SCONTO