“CHARLOT” PREMIA DUE GIORNALISTI

Entra sempre più nel vivo la XXVIII edizione del Premio Charlot. Dopo aver conquistato il pubblico salernitano con l’anteprima dello scorso 22 maggio alla stazione marittima di Salerno, che ha visto come protagonista il pianista partenopeo Alberto Pizzo, ora la giuria, della manifestazione dedicata al grande vagabondo annuncia altri due vincitori delle prestigiose statuette, che saranno consegnate nella serata di gala del 29 luglio all’Arena del Mare di Salerno. Si tratta di due giornalisti che riceveranno, uno il Premio Charlot come giornalista dell’anno e l’altro il Premio Charlot come miglior libro. Loro sono rispettivamente, Andrea Biondi del “Sole 24 ore” e Roberto Ritondale dell’Ansa di Milano.
“Il Premio Charlot non è solo cabaret” – dice il patron Claudio Tortora – “Quando più di 10 anni fa decidemmo di formare una giuria di esperti che premiasse le eccellenze del mondo dello spettacolo e della cultura in genere, fu perché era importante, non solo ricercare nuovi e talentuosi comici, ma anche e soprattutto valorizzare sempre di più l’immagine di Charlie Chaplin che non è solo Charlot. Chaplin è stato cinema, Chaplin è stato musica, teatro, mimo, fantasia, le sue musiche e la sua immagine sono state usate e sicuramente saranno ancora usate come colonna sonora di molti programmi tv e di molti spot pubblicitari, su di lui sono stati scritti decine e decine di libri, è stato tanto amato quanto criticato dalla stampa di tutto il mondo: Charlie Chaplin era ed è tutto. Ecco perché dagli inizi in cui la giuria assegnava le nostre statuette solo a cinema, televisione e teatro, negli anni abbiamo aggiunto altre categorie come gli spot pubblicitari, le fiction, i giornalisti, la radio e da quest’anno anche il miglior libro. E sono davvero felice che la prima statuetta per la sezione libri sia stata assegnata ad un giornalista come Roberto Ritondale, che non è solo un ottimo scrittore ma anche una delle eccellenze salernitane”.
Roberto Ritondale, infatti, è nato e cresciuto a Pagani (Sa), dopo aver lavorato a Salerno per diversi quotidiani sia come inviato che come redattore (tra i quali “Il Mattino”), nel 1996 diventa direttore del “Corriere di Salerno”, per poi decidere di spiccare il volo e lasciare la sua terra di origine per Roma, ed è qui che riesce a trasformare in realtà il suo più grande sogno: scrivere. E così pubblica nel 2003 “Anime di plastilina” che gli vale il premio Elsa Morante come opera prima, nel 2004 pubblica invece “Bolle di fango”, poi altre opere, tra cui anche un atto unico teatrale. Nel 2011 si trasferisce a Milano dove inizia a lavorare come redattore per l’agenzia giornalistica Ansa. Roberto si divide tra il lavoro di giornalista e quello di scrittore e continua a pubblicare libri, fino poi al 2015 quando pubblica “Sotto un cielo di carta”, che nasce da una riflessione sull’utilizzo del web e su quanto esso influenzi la nostre vite, il romanzo, come dichiara l’autore stesso, si inserisce nella tradizione del genere distopico e intende essere un omaggio a grandi autori come Orwell e Bradbury. L’opera ha avuto una diffusione immediata in molte scuole italiane, nelle quali gli insegnanti lo hanno proposto agli alunni come lettura, e un’ottima accoglienza sia dal pubblico che dalla critica, che gli è valsa oltre ad altri numerosi riconoscimenti già avuti, anche il Premio Charlot 2016 per il miglior libro.
Andrea Biondi, invece è un 40enne giornalista originario di Scalea, sposato e padre di una bellissima bambina. Dopo il diploma si trasferisce a Salerno dove inizia a frequentare l’Università e si laurea in Scienze della Comunicazione, trascorre il suo tempo libero presso la redazione del quotidiano Cronache del Mezzogiorno, dove muove i suoi primi passi come giornalista. Dopo la laurea si trasferisce ad Urbino, nel 2000, per frequentare la scuola di giornalismo, al termine della quale lavora prima a “24 Ore tv” la tv del Sole 24 Ore fino al 2002 e poi dal giugno del 2003 passa alla redazione di Bologna del quotidiano “Sole 24 Ore”, occupandosi di temi riguardanti il tessuto economico e finanziario dell’Emilia Romagna e delle Marche. Nel 2012 viene trasferito alla sede centrale di Milano dove si occupa dell’industria dei media e delle telecomunicazioni.
Nella serata di gala del Premio Charlot che, lo ricordiamo si terrà il prossimo 29 luglio all’Arena del Mare di Salerno, oltre a Biondi e Ritondale, saranno premiati anche Peppino Di Capri (premio Charlot cinema per “Natale con il boss”) e la Wind (Premio Charlot miglior spot pubblicitario). Tra gli ospiti della serata, tornerà ad allietare il pubblico, anche, il pianista Alberto Pizzo.

 Entra a far parte della CHAT di TV Oggi Salerno


NOTE SUI COMMENTI
L'area dei commenti vuole fornire agli utenti di questo sito la possibilità di esprimere la propria opinione su vari argomenti.
Questo però deve avvenire nel pieno rispetto del vivere civile e del buon gusto.
Pertanto è assolutamente vietato inserire messaggi dal contenuto minaccioso, insultante, diffamatorio, ingiurioso, osceno, volgare, offensivo, pornografico, sacrilego, sessualmente esplicito o indecente, e ogni quant'altro costituisca di per sé o induca ad atti illeciti, comporti responsabilità civile o che in qualunque altro modo violi qualsiasi legge locale, regionale, nazionale od internazionale.
Ciò nonostante gli amministratori di questo sito non possono essere ritenuti responsabili di come, dove e da chi questo forum viene utilizzato in quanto non sono nella possibilità concreta di esercitare un controllo diretto sugli stessi.
Chiunque però dovesse riscontrare contenuti non in linea con i principi fin qui descritti può segnalarceli all'indirizzo redazione@tvoggisalerno.it per la rimozione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Author: Monica Di Mauro

1346 stories / Browse all stories

Related Stories »


meteo
Meteo Salerno
#pubblicità#

POP UP BUONO SCONTO