PARTORISCE DOPO 11 INTERVENTI, ORA E’ MAMMA PER LA SECONDA VOLTA

Diventa mamma per la seconda volta dopo essere stata sottoposta a undici interventi chirurgici. Una storia iniziata nel 2005, quella di Lucia Adinolfi, passata attraverso una prima gravidanza, tre aborti e un lungo calvario per restare di nuovo incinta, ma conclusa a lieto fine. La donna, 37enne di San Marzano sul Sarno, e il marito Antonio Robustelli, sono appena diventati genitori di un’altra bambina, a margine di una serie di complicazioni che rischiavano di mandare in frantumi il loro sogno. Tutto iniziò nel 2004. «Andai all’Idi a Roma per un consulto dermatologico – racconta la donna – Mi riscontrarono problemi ormonali. L’anno dopo mi fu trovato il primo dermoide, mentre tra 2006 e 2007 due fibromi, che mi furono tolti con l’asportazione di ovaio e tube. Nel 2008 mi furono invece scoperte due cisti di Muller che crescevano dietro le pareti intestinali, comprimendo gli organi. In un successivo intervento fu portata via la vescica». Poi arrivò la prima gravidanza nel 2010, in contemporanea con la scoperta di un fibroma uterino. Ma le difficoltà erano appena iniziate. «Nei due anni seguenti un altro mioma, e quindi una cisti così grande da riempire tutto l’addome. Infine, nel 2017, mi trovarono una massa uterina da tre chili e mezzo che si era attaccata all’utero e all’altro ovaio». Nel mezzo tre aborti, addirittura undici operazioni e un’odissea tra gli ospedali di Avellino, Atripalda, Cava de’ Tirreni, Sarno, Salerno. Nel frattempo c’era stato l’incontro con il ginecologo Mario Polichetti, che avrebbe segnato la svolta. Proprio il medico del nosocomio salernitano ha seguito Lucia in tutto il suo percorso, fino all’esito ormai insperato. «Non solo mi tolse la ciste, ma procedette anche alla ricostruzione dell’utero, permettendomi a un anno circa dall’intervento di portare a termine una seconda gravidanza». L’intervento di taglio cesareo è stato eseguito dall’equipe chirurgica composta da Polichetti e dal dottor Raffaele Petta, direttore del reparto “Gravidanza a rischio” di Salerno, in quanto si preannunciava particolarmente delicato e complesso. La piccola ha visto la luce il 3 aprile, per la gioia dei genitori: una bimba perfettamente in salute, di tre chili e otto, partorita senza alcuna complicazione. Un lieto fine per cui la madre, al settimo cielo, non smette di ringraziare il ginecologo dell’ospedale Ruggi: «Devo al dottor Polichetti ogni cosa. Laddove tutti mi avevano detto che non avrei potuto più avere figli, lui ha saputo aiutarmi, fino alla nascita della mia bellissima bambina. Non finirò mai di ringraziare il dottore per la sua tenacia».

 Entra a far parte della CHAT di TV Oggi Salerno


NOTE SUI COMMENTI
L'area dei commenti vuole fornire agli utenti di questo sito la possibilità di esprimere la propria opinione su vari argomenti.
Questo però deve avvenire nel pieno rispetto del vivere civile e del buon gusto.
Pertanto è assolutamente vietato inserire messaggi dal contenuto minaccioso, insultante, diffamatorio, ingiurioso, osceno, volgare, offensivo, pornografico, sacrilego, sessualmente esplicito o indecente, e ogni quant'altro costituisca di per sé o induca ad atti illeciti, comporti responsabilità civile o che in qualunque altro modo violi qualsiasi legge locale, regionale, nazionale od internazionale.
Ciò nonostante gli amministratori di questo sito non possono essere ritenuti responsabili di come, dove e da chi questo forum viene utilizzato in quanto non sono nella possibilità concreta di esercitare un controllo diretto sugli stessi.
Chiunque però dovesse riscontrare contenuti non in linea con i principi fin qui descritti può segnalarceli all'indirizzo redazione@tvoggisalerno.it per la rimozione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Author: Redazione

5858 stories / Browse all stories

Related Stories »

meteo
Meteo Salerno
#pubblicità#

POP UP BUONO SCONTO