COLANTUONO RISPETTA IL COPIONE: ANCHE PER LUI FINE DELLA CORSA

Stefano Colantuono lascia la Salernitana. Il tecnico di Anzio si è dimesso dopo due giorni di riflessioni e valutazioni approfondite. La sconfitta di Carpi, la terza di fila, il malumore della piazza, il sempre più sfilacciato rapporto con la squadra, ma anche qualche frizione con la società: tutto questo ha indotto Colantuono a farsi da parte. Eppure, proprio l’ex allenatore di Bari ed Atalanta era stato l’unico dell’era Lotito- Mezzaroma ad aver firmato un contratto pluriennale, ad essere stato messo, almeno a parole, al centro del progetto. Sarebbe dovuto toccare a lui il compito di guidare la squadra verso traguardi importanti nella stagione del centenario e, del resto, Colantuono non aveva nascosto ambizioni e sogni anche di recente. Dopo la vittoria sullo Spezia, nonostante il terzo posto momentaneo in classifica, qualcosa si è rotto tra lui e lo spogliatoio. La squadra giocava male, molti calciatori non si sentivano valorizzati e considerati, al di là del ricorso al turnover, e le ultime tre partite hanno scavato un solco profondissimo tra l’allenatore ed il gruppo. La tardiva reazione della squadra a Carpi, a cui Colantuono aveva assistito senza battere ciglio in panchina, era apparsa come un segnale. Il tecnico, che domenica sera si era fermato a Roma, e non aveva dormito con il resto della comitiva a San Severino, ieri ha raggiunto San Gregorio Magno dove ha maturato la sua decisione. In mattinata ha parlato con Fabiani a cui ha comunicato la sua scelta irrevocabile. Colantuono lascia dopo un anno esatto dal suo insediamento ed è l’ennesimo allenatore che viene dato in pasto alla critica. Da quando è tornata in serie B, infatti, la Salernitana ha sempre cambiato guida tecnica durante la stagione e solo Torrente è riuscito a superare le festività natalizie indenne. Il tecnico di Cetara fu esonerato dopo la sconfitta di La Spezia, a mercato chiuso, ma almeno riuscì a mangiare il panettone. Sannino, dimessosi a novembre, e Bollini, disarcionato ai primi di dicembre, ed ora Colantuono: per il terzo anno di fila la Salernitana cambia quando il girone di andata non è ancora finito. La storia si ripete, come da copione. Sempre lo stesso. Pensare sia solo un caso sarebbe davvero da ingenui.

 Entra a far parte della CHAT di TV Oggi Salerno


NOTE SUI COMMENTI
L'area dei commenti vuole fornire agli utenti di questo sito la possibilità di esprimere la propria opinione su vari argomenti.
Questo però deve avvenire nel pieno rispetto del vivere civile e del buon gusto.
Pertanto è assolutamente vietato inserire messaggi dal contenuto minaccioso, insultante, diffamatorio, ingiurioso, osceno, volgare, offensivo, pornografico, sacrilego, sessualmente esplicito o indecente, e ogni quant'altro costituisca di per sé o induca ad atti illeciti, comporti responsabilità civile o che in qualunque altro modo violi qualsiasi legge locale, regionale, nazionale od internazionale.
Ciò nonostante gli amministratori di questo sito non possono essere ritenuti responsabili di come, dove e da chi questo forum viene utilizzato in quanto non sono nella possibilità concreta di esercitare un controllo diretto sugli stessi.
Chiunque però dovesse riscontrare contenuti non in linea con i principi fin qui descritti può segnalarceli all'indirizzo redazione@tvoggisalerno.it per la rimozione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Author: Nicola Roberto

1713 stories / Browse all stories

Related Stories »

meteo
Meteo Salerno
#pubblicità#

POP UP BUONO SCONTO