A LA SPEZIA CONTRO UN TABU’ E CONTRO L’EMERGENZA

Meno tre giorni al debutto, meno tre al via della nuova stagione cadetta. La Salernitana avrà l’onore e l’onere di aprire le danze, affrontando lo Spezia. Il teatro della prima assoluta della nuova serie B sarà lo stadio Picco, palcoscenico tabù per i granata che non hanno ricordi felici legati all’impianto spezzino. Nella passata stagione arrivarono due sconfitte, una in Coppa Italia, e l’altra in campionato. Quel 3 a 1 subito nel posticipo del lunedì sera, ultimo giorno del mercato invernale, costò la panchina a Vincenzo Torrente, illuso dal gol di Coda e disarcionato dalla follia di Gabionetta (espulso) e dalla rete di Sciaudone, freschissimo ex in quella circostanza ed avversario anche venerdì prossimo. Sannino dovrà sfidare la cabala, ma può mettere sul piatto dei precedenti favorevoli nei confronti diretti con Mimmo Di Carlo, che siede sulla panchina dello Spezia. Nei pensieri del tecnico granata non ci sono solo i numeri del passato, ma, soprattutto, le scelte di formazione. In difesa permane l’emergenza visto che Tuia sta lavorando a parte e Schiavi ha ripreso da poco ad allenarsi con la squadra. L’ex di turno dovrebbe andare in panchina, mentre dal primo minuto toccherà al baby Mantovani far coppia con Bernardini. Ai lati dei due centrali giocheranno Laverone e Vitale, al momento figli unici nella rosa granata visto che sulle corsie difensive non ci sono alternative. In mediana non è che la situazione sia tanto migliore. Moro, ieri fermo per un attacco influenzale, è in recupero. Busellato deve smaltire un affaticamento muscolare. Uno dei due giocherà accanto ad Odjer mentre Zito è sicuro della maglia di esterno sinistro. Al Picco, infatti, la Salernitana dovrebbe giocare col 4-4-2. Difficile che Sannino sdogani subito il 4-3-1-2 dal momento che Rosina non ha i novanta minuti nelle gambe. Assodato che in avanti giocheranno Coda e Donnarumma, resta da assegnare la maglia di esterno destro, finora sempre finita sulle spalle di Caccavallo. L’ex Paganese dovrebbe partire titolare anche a La Spezia, visto che neanche Improta sembra pronto per giocare dall’inizio. Tabù Picco ed emergenza formazione, due brutte gatte da pelare per il combattivo Sannino che aspetta altri rinforzi per poter plasmare la Salernitana per davvero a sua immagine e somiglianza.

 Entra a far parte della CHAT di TV Oggi Salerno


NOTE SUI COMMENTI
L'area dei commenti vuole fornire agli utenti di questo sito la possibilità di esprimere la propria opinione su vari argomenti.
Questo però deve avvenire nel pieno rispetto del vivere civile e del buon gusto.
Pertanto è assolutamente vietato inserire messaggi dal contenuto minaccioso, insultante, diffamatorio, ingiurioso, osceno, volgare, offensivo, pornografico, sacrilego, sessualmente esplicito o indecente, e ogni quant'altro costituisca di per sé o induca ad atti illeciti, comporti responsabilità civile o che in qualunque altro modo violi qualsiasi legge locale, regionale, nazionale od internazionale.
Ciò nonostante gli amministratori di questo sito non possono essere ritenuti responsabili di come, dove e da chi questo forum viene utilizzato in quanto non sono nella possibilità concreta di esercitare un controllo diretto sugli stessi.
Chiunque però dovesse riscontrare contenuti non in linea con i principi fin qui descritti può segnalarceli all'indirizzo redazione@tvoggisalerno.it per la rimozione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Author: Nicola Roberto

1809 stories / Browse all stories

Related Stories »

meteo
Meteo Salerno
#pubblicità#

POP UP BUONO SCONTO