AL DELLE ARTI LA COMICITA’ CON “TE VOGLIO BENE ASSAJE” –

Raddoppiano gli spettacoli. Non solo il venerdì ma anche il giovedì. Doppio appuntamento per le date in cartellone della rassegna “Te Voglio bene Assaje”, il cartellone che porta in scena la comicità al Teatro delle Arti di Salerno. Dal 21 novembre , 5 appuntamenti per rendere omaggio al grande teatro napoletano. Stamani a Palazzo di Città la presentazione della rassegna di TeatroNovanta. Il filo conduttore di quest’anno è la comicità, il divertimento, la gradevolezza. «Te voglio bene assaje è un contenitore di artisti del nostro territorio», ha sottolineato stamani il direttore organizzativo di TeatroNovanta, Alessandro Caiazza nel corso della conferenza stampa alla presenza tra gli altri dell’assessore comunale Tonia Willburger e del regista Gaetano Stella.

«Lasciamo il racconto delle passioni e ci addentriamo nel mondo della comicità» – commenta il regista Gaetano Stella che spiega come la rassegna di TeatroNovanta si evolva da un anno all’altro per continuare a raccontare il capoluogo partenopeo. Visto il successo degli scorsi anni dove si è registrato il sold-out ad ogni spettacolo, la direzione artistica e organizzativa di TeatroNovanta ha deciso di aggiungere, per ogni spettacolo, una seconda rappresentazione. «Ho insistito io a proporre una seconda serata – spiega Serena Stella, direttore artistico di TeatroNovanta – per dare la possibilità a tutti di vedere i nostri spettacoli. La quantità degli abbonati è cresciuta sempre di più negli anni. Quindi, non riuscivamo a soddisfare le richieste di chi, invece, avrebbe voluto assistere ad un singolo spettacolo».

«Per dieci serate, la volontà assoluta è di creare momenti di gioia in chi, con affetto, ci segue da tempo e in chi ci sceglierà per la prima volta», aggiunge Gaetano Stella. La rassegna si apre con “Il Medico dei Pazzi” e, dunque, con la comicità di Scarpetta, quella farsesca che ha a che fare con le maschere. E la regia è di Gaetano Stella e di Matteo Salsano. Si continua con “Morte di Carnevale” di Viviani che sarà riproposta da Salsano nel rispetto assoluto dello stile dell’autore. Poi, un classico di Eduardo, “Non ti Pago”, in cui il regista Ugo Piastrella fa venir fuori le debolezze e le passioni dell’uomo, come l’invidia verso chi ce l’ha fatta. Un tema che si ritrova, in chiave diversa, in “La Scommessa” di Lello Marangio e di Lucio Pierri in cui sarà affrontato il problema della ludopatia in maniera moderna. “Ma ando’ vai? (Se la banana non ce l’hai)” di Gaetano Stella su testi dell’artista salernitano Franco Angrisano chiude la rassegna.
Anche quest’anno, proseguono le collaborazioni con la compagnia di Ugo Piastrella e con il Professional Ballet di Pina Testa. Le coreografie sono curate da Fortuna Capasso e da Davide Raimondo, le scenografie sono della Bottega San Lazzaro di Chiara Natella e Raffaele Sguazzo elaborate da Salvatore Acconciagioco.

Autore dell'articolo: Barbara Albero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*