ASL SALERNO, PRIMI SPIRAGLI PER LA VERTENZA

Non sono arrivate le risposte che sindacati e Rsu si attendevano dalla riunione di ieri pomeriggio nella sede della struttura commissariale al Centro Direzionale di Napoli. Non sono bastate oltre quattro ore di discussione nel corso di una riunione presenziata dal sub commissario ad acta, Ettore Cinque, e dal commissario dell’Asl Salerno, Antonio Postiglione per porre la parola fine alla vertenza dei lavoratori dell’Asl in occupazione permanente nella sede dell’azienda sanitaria di Via Nizza ormai da sei giorni.
I lavoratori chiedono gli arretrati, quelli approvati e sottoscritti in un accordo siglato tra i sindacati e dall’allora ex direttore generale Antonio Squillante.
L’agitazione è scattata dopo che il commissario straordinario Postiglione ha ddichiaratodi non poter mantenere quell’ impegno perché’ non ci sono le coperture. I sindacalisti che avevano già dribblato un primo incontro a Napoli fissato per martedì scorso chiedendo a gran voce un intervento del Governatore Vincenzo De Luca, ieri pomeriggio hanno invece avuto il confronto con il commissario ad acta Ettore Cinque. Appuntamento conclusosi con una fumata grigia ed il rinvio ad un successivo confronto anche se pare ci siano spiragli per una riconciliazione. La struttura commissariale valuterà gli atti ed allo stesso tempo ha La garantito un’apertura sui tre punti in discussione: la stabilizzazione dei precari della sanità, la contrattazione decentrata e la verifica degli accordi già sottoscritti. Le parti si sono aggiornate al prossimo 29 ottobre per un incontro che servirà a delineare la situazione.
Ma intanto mentre lunedì mattina presso l’ASL di via Nizza si terrà un’assemblea pubblica che vedrà la partecipazione dei rappresentanti sindacali e dei lavoratori non solo dell’azienda sanitaria locale, ma anche dell’azienda ospedaliera universitaria Ruggi d’Aragona di Salerno, il collegio degli infermieri professionali (Ipasvi) plaude alla notizia dell’avvio della stabilizzazione all’Asl di altri 34 infermieri precari
“Siamo sulla buona strada, ha dichiarato il presidente Cosimo Cicia. Il governatore De Luca ha mantenuto quanto promesso”. Ieri con la firma della delibera del commissario straordinario l’Asl Salerno avvia la stabilizzazione per 23 infermieri che da anni attendevano il riconoscimento di un diritto

Autore dell'articolo: Barbara Albero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*