BATTIPAGLIA: CAPANNONE SOTTO SEQUESTRO

E’ stato sequestrato a Battipaglia un capannone industriale dismesso di oltre mille metri quadrati, da anni lasciato al degrado ed all’abbandono. Nel 2010, infatti, un incendio ha fortemente compromesso la struttura di via Spineta, provocando anche il crollo parziale della copertura, realizzata in pannelli di cemento-amianto. Da allora l’area è stata trasformata in un vero e proprio deposito incontrollato di rifiuti speciali pericolosi e non abbandonati sia all’esterno che all’interno, nonché luogo di ritrovo di senzatetto. Oltre all’intero capannone, sono state sequestrate anche le aree di pertinenza poiché anch’esse interessate dalla presenza di ingenti quantitativi di rifiuti. E’ seguita una denuncia a carico di ignoti, per la realizzazione di un deposito incontrollato di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi. La scoperta è stata fatta grazie ad una serie di controlli effettuati negli ultimi mesi dalla Guardia di Finanza di Eboli, coordinati dal tenente colonnello Gaetano Murano, coadiuvati, personale del Nucleo provinciale di Salerno – Guardie Giurate del WWF Italia.

Autore dell'articolo: Monica Di Mauro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*