BOLLINI TOSA IL CAMPO, ADEJO VISITE, SIGNORELLI IN NOTTATA

Il sesto giorno di ritiro a Roccaporena è stato inaugurato da un lungo faccia a faccia di Bollini con il responsabile  del manto erboso del centro sportivo per via dell’erba troppo alta e di alcune buche sul rettangolo verde. Insieme al trainer granata anche il magazziniere Gerardo Salvucci.  Durante l’allenamento mattutino si è presentato sul campo anche Enrico Di Curzio, patron della struttura che ospita i granata. Sul campo si sono rivisti Rosina e Perico. Il primo si è allenato regolarmente con i compagni, dopo avere saltato la sgambata di ieri per un affaticamento muscolare. Perico ha ripreso a correre dopo due giorni di stop per un ginocchio galeotto. In infermeria, invece, Mantovani che ieri si è infortunato all’adduttore durante la sgambata in famiglia. Adejo ha fatto compagni a Joao Silva in piscina e nel pomeriggio sosterrà le visite mediche nella vicina Spoleto. Soltanto palestra, invece, per il portiere Adamonis. Durante la seduta tattica Bollini si è concentrato molto sulla (mancata) prolificità dell’attacco. Il trainer granata ha puntato l’indice su Kadi, tra i migliori a proporsi, ma poco cinico sotto porta. “Giochiamo e costruiamo per fare gol – ha detto il tecnico al franco algerino – quando sei davanti alla porta bisogna segnare, anche in allenamento”. Prima del rompete le righe una simpatica scommessa tra il team manager Avallone, che era all’esterno del campo insieme ad Enrico Di Curzio, ed Alessandro Tuia, che stava per raggiungere gli spogliatoi palla al piede a circa 50 metri di distanza. Avallone ha invitato Tuia a centrarlo, con tre tiri a sua disposizione. Detto fatto. Tuia ha vinto la scommessa che poi Rosina ha provato ad alzare (la posta), chiedendo al difensore di centrale l’auto di lusso di Di Curzio. Soltanto dietro la polizza assicurativa (scherzando, naturalmente) di Rosinaldo, Tuia ha indirizzato il suo lancio verso la Mercedes del patron. Per un soffio non ha centrato l’auto, con il pallone che è passato a metà tra la vettura e il team manager.

Nel pomeriggio di nuovo in campo alle ore 17. Nel mentre, nuovi interventi sul manto erboso del centro sportivo di Roccaporena. In nottata è previsto l’arrivo di Signorelli. Il centrocampista lascerà oggi il ritiro dello Spezia per arrivare a Roccaporena. Per lui è pronto un triennale a 150mila euro.

Autore dell'articolo: Eugenio Marotta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*