BOMBA CARTA AI DANNI DELL’AZIENDA DEL SINDACO DI ALBANELLA, INDAGANO I CARABINIERI

Nuovo atto criminale ai danni del consiglio comunale di Albanella. Nel corso della notte è stata fatta esplodere una bomba carta davanti la sede della Dipogas a Borgo San Cesareo, azienda di cui il sindaco, Enzo Bagini, è socio. La deflagrazione dell’ordigno ha danneggiato l’impianto energetico dell’attività causando danni notevoli. Si tratta del secondo episodio a distanza di pochi giorni quando sabato notte scorso un’altra bomba carta fu fatta esplodere ai danni del tabacchino di proprietà della famiglia dell’assessore Maria Teresa Cammarano.
Sul posto sono giunti i militari dell’Aliquota Radiomobile, che hanno eseguito tutti i rilievi del caso. In corso le indagini coordinate dai carabinieri della Compagnia di Agropoli, diretta dal cap. Fabiola Garello. Al vaglio anche le immagini del sistema di videosorveglianza dell’azienda per poter risalire all’identità degli autori.

Autore dell'articolo: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*