BOMBA CARTA AL RUGGI: SI STRINGE IL CERCHIO

Si stringe il cerchio delle indagini intorno alla persona che ha piazzato la bomba carta nell’area vicina all’obitorio dell’ospedale di via San Leonardo. Ci sarebbe, infatti, già una figura all’attenzione degli inquirenti. Poi, una volta individuato il responsabile, o i responsabili, ci sarà da capire il motivo. Toccherà al magistrato titolare dell’inchiesta verificare gli indizi fin qui raccolti dalla polizia. Quello che appare certo è che a stretto giro si potrebbe dare un’identità alla mano che ha dato fuoco al petardo domenica sera intorno alle 21.30. Il dato certo è che le registrazioni delle telecamere che circondano tutto il perimetro dell’ospedale lasciano poco spazio ai dubbi in quanto gli investigatori sarebbero riusciti a risalire a chi materialmente ha posizionato il materiale esplosivo.

Autore dell'articolo: Marcello Festa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*