CAOS PORTO: SI CERCA UNA SOLUZIONE PER I TIR –

Pronti a mettere in atto il blocco delle attività per 5 giorni, in modo tale da fare emergere che questa non è la vera soluzione: fermare i tir significa non avere più i camion che accedono al porto ma significa anche paralizzare l’economia della città e dello stesso scalo.Il coordinamento regionale della Fai, la Federazione che rappresenta gli autotrasportatori, ha confermato lo stato di agitazione, dal 21 al 25 maggio per protestare contro il caos traffico che si genera soprattutto all’esterno del varco del Porto commerciale di Salerno. La minaccia paventata dal presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca di fermare i tir, non è

piaciuto alla Fai e allo stesso tempo ha generato una legittima preoccupazione da parte del mondo imprenditoriale che ruota attorno allo scalo commerciale, a quelle merci che sono desinate ad alimentare lo sviluppo produttivo della provincia di Salerno. Il primo a chiedere di non scherzare, dal suo profilo Facebook, è stato l’ex presidente degli Industriali di Salerno, Mauro Maccauro che, pur ritenendo legittime le preoccupazioni ambientali e di sicurezza, ha invitato a non sottovalutare le conseguenze sulle imprese salernitane che non possono essere considerate un problema “minore”. Più cauto il presidente della cCamera di Commercio, Andrea Prete che ha bollato come una provocazione le parole del governatore, mentre con un intervento su “Il Mattino” anche Agostino Gallozzi, Presidente di Assotutela Porto di Salerno, ha definito demagogiche e populiste le proposte di bloccare i tir. Il Fai, intanto, ha chiesto subito un tavolo tecnico con l’Autorità di sistema portuale di concerto con gli imprenditori marittimi e dei trasporti. A chiedere una sinergia istituzionale è oggi, dalle pagine dell quotidiano La Città, anche il presidente dell’Autorità di sistema del Mediterraneo, Pietro Spirito che, ricordando il pacchetto di misure già predisposte per tentare di diminuire i disagi in parte legati anche al blocco per il 25 aprile ed il primo maggio che avrebbero fatto accumulare un po’ di merci da scaricare, chiede anche maggiore collaborazione. Sulla questione con un pacchetto di proposte concrete è intervenuto anche il consigliere comunale Antonio Ccammarota che proprio nei giorni scorsi aveva rilanciato l’ipotesi di delocalizzare il Porto come una delle percorribili per trovare il giusto equilibrio tra lo sviluppo delle imprese salernitane e la sicurezza e la salute dei cittadini messe a repentaglio dal traffico, in attesa anche che si sblocchi il cantiere di Porta Ovest, ipotesi questa fortemente sostenuta dal sindacato degli edili, con patrizia spinelli della Feneal Uil, e che a lungo termine appare come l’unica soluzione possibile.

 Entra a far parte della CHAT di TV Oggi Salerno


NOTE SUI COMMENTI
L'area dei commenti vuole fornire agli utenti di questo sito la possibilità di esprimere la propria opinione su vari argomenti.
Questo però deve avvenire nel pieno rispetto del vivere civile e del buon gusto.
Pertanto è assolutamente vietato inserire messaggi dal contenuto minaccioso, insultante, diffamatorio, ingiurioso, osceno, volgare, offensivo, pornografico, sacrilego, sessualmente esplicito o indecente, e ogni quant'altro costituisca di per sé o induca ad atti illeciti, comporti responsabilità civile o che in qualunque altro modo violi qualsiasi legge locale, regionale, nazionale od internazionale.
Ciò nonostante gli amministratori di questo sito non possono essere ritenuti responsabili di come, dove e da chi questo forum viene utilizzato in quanto non sono nella possibilità concreta di esercitare un controllo diretto sugli stessi.
Chiunque però dovesse riscontrare contenuti non in linea con i principi fin qui descritti può segnalarceli all'indirizzo redazione@tvoggisalerno.it per la rimozione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Author: Monica Di Mauro

1643 stories / Browse all stories

Related Stories »

meteo
Meteo Salerno
#pubblicità#

POP UP BUONO SCONTO