CAPO D’ORSO, UOMO SI LANCIA NEL VUOTO

Si è lanciato nel vuoto davanti agli occhi della figlia che invano e con l’aiuto dei carabinieri aveva tentato di farlo desistere dal suo tragico gesto. Un uomo di 67 anni, depresso perché aveva scoperto di avere una malattia, si è tolto la vita lanciandosi nel vuoto con la sua bicicletta. E’ accaduto alle 13. Una pattuglia dei Carabinieri di Amalfi ha notato una passante che segnalava una situazione di pericolo. Scavalcata una ringhiera ed oltrepassata la sede stradale, i militari scorgevano una donna di 35 anni   in stato di agitazione, che cercava il padre, 67enne, originario di Cava è residente a Bellizzi, il quale poco prima aveva detto di volersi suicidare. Uno dei militari scorgeva il padre 5 metri più avanti, senza scarpe ed in bilico su un burrone di circa 250 metri. Il carabiniere cercava di raggiungere l’uomo ed al contempo di riportarlo alla ragione ma l’uomo si lanciava nel vuoto con la bicicletta. La figlia, rimasta con l’altro militare compreso l’avvenuto, cercava di raggiungere il burrone per lanciarsi a sua volta, venendo prontamente bloccata. La depressione del suicida, sembrerebbe derivare da alcuni recenti problemi di salute e dalla scomparsa della consorte (madre della superstite) nel 2003.

Autore dell'articolo: Monica Di Mauro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*