CON IL CESENA SI TORNA AL TRIDENTE… PURO

Una vittoria per la salvezza quasi aritmetica. Sabato prossimo la Salernitana ospita il Cesena all’Arechi per mettere l’ipoteca definitiva al mantenimento della categoria. I romagnoli attualmente giocherebbero i play out come quint’ultima e sono a 5 punti di distanza dai granata. Facile intuire che un successo significherebbe mettere in cassaforte la salvezza. La truppa di Fabrizio Castori però è in salute e si è rilanciata dopo essersi aggiudicata lo scontro diretto al Manuzzi con l’Entella. All’andata fu un pirotecnico 3-3 tra Cesena e Salernitana in cui Bocalon e Ricci misero la firma per la rimonta dei granata di Bollini che erano pure rimasti in inferiorità numerica. Proprio l’attaccante ed il centrocampista hanno saltato per infortunio la gara di Bari e sono sotto osservazione per sabato prossimo. Ricci ieri ha ripreso ad allenarsi regolarmente con il gruppo. Bocalon sta lavorando ancora a parte, ma filtra un cauto ottimismo circa il suo recupero. I gol del centravanti veneziano sono mancati alla Salernitana nelle ultime giornate in cui solo Tuia si è fatto valere sul piano realizzativo. Contro il Cesena sarà ancora 4-3-3. In attacco il probabile ritorno di Sprocati dal primo minuto riporterebbe Kiyine a ricoprire il ruolo più congeniale di mezz’ala, magari in una mediana che ricalchi quella vista nella ripresa a Bari con Minala a far da diga davanti alla difesa ed Odjer a spendersi nella fase di recupero della palla. Tutto dipenderà dalle condizioni di Ricci che a Bari era in panchina solo per onor di firma, non essendo in grado di scendere in campo a causa del problema muscolare accusato prima del match. Nel tridente, oltre al possibile ritorno dal primo minuto di Sprocati, ci dovrebbe essere una novità anche per quanto concerne il ruolo di punta centrale. Bocalon proverà ad esserci, ma Rossi scalpita e potrebbe rilevare Palombi che, a sua svolta, potrebbe essere dirottato a destra in luogo di Di Roberto. Dovrebbe ancora partire dalla panchina Rosina che a Bari ha dato un buon apporto subentrando nella ripresa. Come Di Roberto anche il fantasista calabrese è un ex del Cesena. In difesa, invece, non ci saranno novità. Contro i romagnoli sarà giornata granata. La priorità è il risultato, ma la società spera anche in una buona risposta da parte del pubblico. Sabato sarà sospesa la validità di abbonamenti e biglietti omaggio, pertanto tutti dovranno passare per il botteghino. In occasione della prima giornata granata, quella in notturna con il Foggia, furono circa novemila gli spettatori presenti all’Arechi una serata prenatalizia caratterizzata da un vento freddo che spazzò via i sogni di rilanciarsi in zona playoff dei granata, trafitti nel finale dai satanelli di Stroppa. La società spera nel sostegno della gente per una partita, quella col Cesena, che è un bivio cruciale della stagione: vincendo contro i bianconeri di Castori, infatti, la Salernitana ipotecherebbe la salvezza, gettando le basi per un finale di stagione senza affanni. In caso contrario ci sarebbe da soffrire fino all’ultimo.

Autore dell'articolo: Eugenio Marotta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*