COMUNE: SPAZIO AI “RIPESCATI” –

Sara Petrone, Rocco Galdi, Pia Napoli, Veronica Mondany ed uno tra Memoli e Polverino, per il momento, il primo, in attesa del ricalcolo. Sono questi i quattro neo consiglieri comunali che prendono il posto degli assessori chiamati a rassegnare le dimissioni da consigliere con appena formalizzato l’ingresso in giunta. I primi tre appartengono alla Lista Progressisti, Veronica Mondany è in quota PSI, Memoli e Polverino, attualmente divisi da una manciata di voti, quattro, di Salerno dei Giovani. In verità speravano in qualcosa di meglio anche i primi dei non eletti delle liste Campania Libera e Moderati per Salerno nonché dei Davvero Verdi ma il criterio di scelta degli assessori, la distribuzione delle deleghe volute dal sindaco napoli ha stoppato sul nascere qualsiasi velleità. E’ il caso di Marianna Amendola di Campania Libera, spiazzata dal fatto che a Campania Libera non si stata assegnata alcuna delega ad eccezione della nomina di Alessandro Ferrara alla presidenza del consiglio – carica che non presuppone le dimissioni da consigliere. In verità dalla distribuzione è rimasto spiazzato anche il consigliere delegato allo sport Marco Petillo, terzo nella lista, Davvero Verdi. In questo caso – per centrare la quota rosa – è stata premiata Maria Rita Giordano. Con tre consiglieri, di cui una donna, Veronica Mondany ripescata, ed un assessore, Dario Loffredo, tira un bilancio più che soddisfacente il consigliere regionale, leader del PSI in provincia di Salerno Enzo Maraio.

Autore dell'articolo: Marcello Festa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*