CONDANNATO IL SINDACO DI SARNO PER LE NOMINE ASI, L’APPELLO DELL’OPPOSIZIONE: “VA APPLICATA LA LEGGE SEVERINO”

“La condanna del sindaco di Sarno mette a rischio la tenuta democratica della nostra città. Si convochi subito un consiglio monotematico sull’argomento per avviare l’iter della legge Severino. Resto garantista, ma ogni passaggio istituzionale va rispettato”. Così Anna Robustelli, consigliere comunale in quota opposizione, interviene sulla condanna al sindaco Giuseppe Canfora per la vicenda delle nomine all’Asi quando era presidente della Provincia di Salerno. “Non voglio entrare nel merito della questione e non commento nemmeno la decisione dei giudici. Ci troviamo, però, davanti a una condanna di due anni al primo grado di giudizio di un dibattimento. Su questo la legge Severino è chiara. Canfora deve fare un passo indietro per il bene della città. Deve avere la serenità di affrontare questa vicenda senza occupare ruoli istituzionali”. Da qui, l’appello alle altre forze politiche: “Serve una presa di posizione netta. Sarno deve dimostrare un alto senso di responsabilità davanti alla legge. Dunque, se va applicata la Severino va fatto senza perdere tempo e trovare cavilli che permettano di mortificare la nostra legislazione”.

Autore dell'articolo: Barbara Albero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*