COVID-19. ATTIVATI I LABORATORI PER I TAMPONI AL “RUGGI” E AL “MOSCATI”

In Campania per velocizzare anche di piu’ i tempi, oltre al “Cotugno” ci saranno altri due laboratori autorizzati dalla Regione Campania: all’ospedale Moscati di Avellino e dell’ospedale Ruggi d’Aragona a Salerno. “Dal punto di vista dell’organizzazione, abbiamo avuto l’autorizzazione ad utilizzare altri due laboratori. Su questo dobbiamo essere estremamente attenti e avere prudenza: ho notizie che negli ultimi giorni ci sono laboratori privati che fanno tamponi a pagamento ai cittadini che lo richiedono”. Lo ha affermato il presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca, durante la trasmissione di Radio CRC ‘Barba&Capelli’. Oltre al laboratorio del Cotugno, sarà possibile utilizzare dunque “anche quello dell’ospedale Moscati di Avellino e dell’ospedale Ruggi d’Aragona a Salerno, così da velocizzare ancora di più i tempi.
Il Governatore della Campania assicura inoltre che entro una settimana dovrebbero essere pronti i 590 posti aggiuntivi in terapia intensiva, oltre ai 32 già disponibili e spiega di aver autorizzato le Asl a reperire direttamente sul mercato il materiale disponibile (mascherine chirurgiche per il personale sanitario), in attesa che si concluda la gara nazionale bandita dal governo attraverso Consip.
“Giovedì dovrebbero fornirci le prime 300 mila mascherine – ha dichiarato De Luca – ma finché non arrivano nelle nostre piattaforme logistiche non le calcolo”.
“Tra le criticità di questi giorni c’è anche la carenza di sangue, legata alla preoccupazione per il Coronavirus: “Sette bambini sono in attesa di trapianto di midollo al Santobono, ma c’è poco sangue disponibile – sottolinea De Luca – faccio un appello a tutti, affinché si riprenda a donare, non c’è da avere preoccupazione”, queste le parole del presidente della Regione Campania.

Autore dell'articolo: Barbara Albero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*