DE LUCA: “STRETTA SU MOVIDA IN CAMPANIA. POI CHIUDO TUTTO” –

Un pomeriggio di confusione dopo la pubblicazione dell’ordinanza nr. 75 della regione Campania che per poche ore ha messo a rischio matrimoni, battesimi e comunioni per la limitazione degli invitati a sole 20 persone. In serata il chiarimento dello stesso governatore De Luca che salva al momento fino al 4 ottobre le cerimonie fermo restando l’obbligo di osservanza delle misure precauzionali con eventi che si svolgano in forma statica (con soli posti a sedere preassegnati), con esclusione di buffet. Un turbinio di commenti all’indirizzo del governatore De Luca anche per le disposizioni dettate per il settore della ristorazione, perchè l’ordinanza da ieri blocca la vendita di alcol da asporto dalle ore 22,00. Decisioni assunte dal presidente della regione Campania cui hanno fatto seguito poi in serata le dichiarazioni a Porta a Porta. De Luca si è dichiarato allarmato spiegando con chiarezza che siamo già nella seconda epidemia e che l’ordinanza di ieri è la penultima decisione dopo di chi se la situazione dovesse peggiorare ed i cittadini non adottano misure per contenere i contagi dovrà chiudere di tutto.

Autore dell'articolo: Barbara Albero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*