DIFESA AI MINIMI TERMINI: LA CERTEZZA E’ MIGLIORINI

L’emergenza non è un male di stagione. Per la Salernitana è quasi una costante con la peculiarità che, di volta in volta, un singolo reparto finisce nell’occhio del ciclone. Da qualche settimana Angelo Gregucci è costretto a fare i conti con defezioni su defezioni in difesa. Se quella di Bernardini non fa più notizia, e non da ora, nel corso delle settimane si sono registrate quelle di Schiavi e Perticone e c’è il rischio che la lista si allunghi. Pucino ha tremato per la sua caviglia, ma l’ex Chievo pare possa essere arruolabile per domenica, non così Mantovani. Il difensore ex Torino deve fare i conti con un risentimento muscolare al bicipite femorale della coscia destro e non sarà a disposizione di Gregucci per la sfida di domenica. Stringendo i denti, invece, ci sarà il bomber della formazione granata, Tiago Casasola, che ha segnato sei reti in campionato e che ieri è stato tenuto a riposo precauzionale. Sempre out Di Gennaro, saranno disponibili Akpa Akpro e Rosina. Contro il Crotone Gregucci riproporrà la difesa a tre con Pucino e Gigliotti ai lati di Migliorini, anche egli da tempo incerottato ma indispensabile alla luce del rendimento che sta offrendo in questa stagione. L’ex Avellino si sta imponendo come uno dei difensori più forti nel gioco aereo ed anche per la sua capacità di guidare la difesa senza farsi prendere da isterismi e da quella frenesia che troppo spesso ha tradito Raffaele Schiavi, che gli ha a lungo conteso un posto da titolare prima di infortunarsi. Migliorini è uno degli acquisti estivi più azzeccati e presto potrebbe prolungare fino al 2022 il suo contratto con la Salernitana che si è ritrovata a costo zero tra le mani un difensore che in passato è transitato per il settore giovanile del Chievo ed è stato anche in orbita Torino, prima di rilanciarsi con la Juve Stabia e di trovare spazio in cadetteria con la maglia dell’Avellino. Da lui, salvo sorprese, si potrà sicuramente ripartire nella prossima stagione, ma ora c’è da chiudere al meglio possibile quella in corso e Migliorini andrà a caccia di un gol che gli manca da oltre tre anni. Scelte obbligate in difesa, sulle fasce Gregucci confermerà Casasola e Lopez. In mediana, accanto a Di Tacchio dovrebbe esserci ancora Minala, insidiato da Odjer. In attacco Calaiò e Jallow saranno titolari. La terza maglia dovrebbe andare ad Andrè Anderson, ma sono improvvisamente schizzate alle stelle le quotazioni di Orlando, rispolverato dopo oltre due mesi, nel finale del match di Perugia ed ora candidato a trovare più spazio. Del resto, è un calciatore di proprietà del club granata e non sarebbe sbagliato dargli la possibilità di giocare con più continuità dopo l’infortunio che gli ha fatto perdere tutta la scorsa stagione e lo scarso minutaggio avuto finora.

Autore dell'articolo: Nicola Roberto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*