FONDERIE PISANO, L’INTERVENTO DEL SINDACO DI PELLEZZANO

“Il mandato recentemente conferitomi dagli elettori mi impone di innalzare la guardia nei confronti di eventi potenzialmente idonei a minacciare l’integrità del territorio e la salute pubblica, prescindendo ovviamente dalla valutazione delle responsabilità eventualmente ravvisabili che rimetto in via esclusiva all’Autorità Giudiziaria”.

E’ questo uno dei passaggi della lettera che il Sindaco di Pellezzano, Francesco Morra, ha trasmesso allo studio legale delle Fonderie Pisano, che tutela gli interessi dell’azienda in merito alle pressanti richieste di delocalizzazione che sono state avanzate dai rappresentanti istituzionali dei territori direttamente coinvolti nel raggio d’azione in cui opera l’impianto tanto contestato, ubicato a Fratte, al confine con i Comuni di Pellezzano e Baronissi. Una missiva, dalla quale emerge soprattutto l’invito alla costituzione di un tavolo tecnico interistituzionale, che possa coinvolgere i soggetti direttamente interessati in questa vicenda, al fine di trovare soluzioni comuni.

Il primo cittadino di Pellezzano, nella qualità del ruolo istituzionale che ricopre, non ha potuto esimersi dal recepire numerose istanze a lui pervenute dai residenti, che hanno mostrato un preoccupante allarme sociale derivante dalla “scomoda” relazione di causalità diretta tra l’attività d’impresa esercitata e le questioni di tipo igienico-sanitarie che interessano da tempo i cittadini che vivono nell’area in cui sorge la Fonderia.

“La delocalizzazione della Fonderia – specifica Morra – risponde ad esigenze che rinvengono il loro fondamento prima ancora che nei provvedimenti giudiziali citati e richiamati, nell’ordinaria diligenza, nel senso comune di salvaguardia del territorio e non meno nell’affermazione di un criterio urbanistico che separi ragionevolmente le attività industriali dalle aree residenziali”.

Nella lettera del sindaco di Pellezzano si evidenzia l’affermazione dei principi di tutela della salute pubblica e sicurezza urbana, che devono essere necessariamente tutelati dal rischio di un eventuale inquinamento ambientale derivante dalla libera iniziativa economica.

L’obiettivo, dunque, è quello di trovare il giusto equilibrio tra interessi di natura differente, che da un lato mirano alla salvaguardia del benessere territoriale e dei cittadini che vi risiedono, e dall’altra guardano alla produttività e alla preservazione dei posti di lavoro.

Ed è proprio in questa prospettiva, che si attende anche un intervento da parte del Governatore della Campania, Vincenzo De Luca, al quale si rivolge l’ennesimo appello funzionalmente proteso a garantire preminentemente la salute dei cittadini del Comune di Pellezzano e contestualmente la continuità dell’attività di impresa delle Fonderie Pisano a tutela del mantenimento dei livelli occupazionali dei lavoratori.

Autore dell'articolo: Marcello Festa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*