FONDI EUROPEI, L’APPELLO DEGLI EDILI

L’Unione Europea potrebbe bloccare i fondi Ue da stanziare entro il 2020 che in Campania permetterebbero una spesa di un miliardo e 836 milioni di euro. Inoltre, sul Programma di sviluppo rurale Campania 2007-2013, c’è il rischio di un disimpegno della spesa per altri 222 milioni di euro. E’ quanto sostiene in una nota il segretario generale della Feneal Uil di Salerno Patrizia Spinelli.
Una grande opportunità potrebbe trasformarsi così in un evidente fallimento, soprattutto se non si riuscirà a stanziare per la fine del 2015 oltre 361 milioni in opere pubbliche soprattutto nel comparto della rete rurale. Si tratta dell’ultima occasione propizia per garantire alla nostra regione un vero rilancio economico e soprattutto occupazionale in particolare nel settore dell’edilizia ecco perchè bisogna attivare una forte e incisiva azione per garantire che gran parte di questi fondi vengano stanziati. Patrizia Spinelli ha rivolto un appello a provincia e comuni nonchè al neo governatore della Campania Vincenzo De luca
La FENEAL UIL, che da anni sta rimarcando la necessità di un migliore utilizzo dei fondi europei, ha avanzato una richiesta all’Aies – l’associazione dei costruttori salernitani – affinchè si costituisca una task force di tecnici per sostenere soprattutto quei piccoli comuni, , per la realizzazione di progetti e per il completamento di procedure Il comparto dell’edilizia ha bisogno di ossigeno è il momento del fare insieme alla nuova associazione dei costruttori salernitani invitando il Presidente Vincenzo Russo a promuovere tutte le iniziative per lo sviluppo del territorio facendo ripartire l’edilizia.
Ed immediata la replica dell’Aies. “Ci tocca correre a velocità doppia perchè troppo tempo è stato perduto e quel tempo non può più ritornare”. In linea con quanto sottolineato a più riprese dalla base dell’associazione e dalle stesse organizzazioni sindacali di categoria, l’AIES Salerno guidata dal presidente Vincenzo Russo ha già attivato tutta una serie di iniziative per far ripartire un comparto che più di altri riflette l’oggettiva situazione di crisi. Gà inviata lo scorso 17 luglio dai vertici dell’AIES una missiva al Governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca, dove, tra le altre cose, si richiede la convocazione urgente di un tavolo di concertazione proprio per affrontare in maniera rapida e risoluta la vicenda relativa all’utilizzo dei Fondi Europei. “
Abbiamo già provveduto continua il presidente Russo ad indicare a Confindustria Salerno le cinque opere strategiche in provincia di Salerno (Aeroporto, Salerno-Avellino, Interporto di Battipaglia, impianti di depurazioni e reti idriche) il cui completamento/realizzazione non può più essere differito.

Autore dell'articolo: Barbara Albero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*