FUGA DI GAS: TROVATA LA FALLA NELLA CONDOTTA –

Lavori in corso per l’intera mattinata per riparare la rottura di un tubo di media pressione nel comune di San Cipriano Picentino, il cui concessionario territoriale è la società Mediterranea Srl. Tale rottura  ha determinato una fuoriuscita di gas metano che si è propagata nell’aria e si è resa avvertibile attraverso le correnti meteorologiche anche nella città di Salerno. Centinaia le telefonate di preoccupazione e informazioni giunte al centralino dei vigili del fuoco di Salerno. I cittadini di varie parti del comune capoluogo m, ma anche dei centri vicini da intessano di Baronissi, fino a San Mango, segnalavano preoccupati la presenza del forte e tipico odore del gas. La Salerno Energia, società che eroga il gas e si occupa anche della gestione degli

impianti e delle condotte, ha diffuso intorno a mezzogiorno un comunicato stampa per  tranquillizzare  la cittadinanza salernitana in merito al fatto che il forte odore non costituiva pericolo, mentre individuata la falla, sul luogo della rottura del tubo si sono prontamente recati tutti i tecnici ed il personale preposto, compresi i Vigili del Fuoco, per svolgere le operazioni di riparazione. L’intervento ha reso so necessario anche interrompere il transito su un ponte che collega l’uscita di San Mango Piemonte dell’autostrada A2, situato in prossimità del punto in cui è stata riscontrata la falla. Anche il sindaco di San Mango Piemonte ha attraverso una serie di comunicazioni ha dovuto rassicurare la popolazione e non è stato necessario procedere con l’evacuazione di nessuna zona. insomma tanto spavento ma la situazione è rimasta sotto controllo. Il Codacons, messo in allarme dalle centinaia di telefonate per l’acre ed intensa puzza di gas, ha avuto la conferma sia dai Vigili del fuoco che dai Vigili urbani, che la causa è dovuta “ ad una perdita di gas a San Cipriano Picentino”.Se perdita c’è stata, essa è stata così grave da arrivare fino a Salerno??Ma come è possibile con tutti gli allarmi che scattano in casi del genere? Sebbene sia vero che il vento spinge molto velocemente, è pur vero che la puzza di gas non potrebbe percorrere 30 o più chilometri senza disperdersi.Chiediamo che la popolazione venga informata dell’accaduto ed alla magistratura che indaghi su quanto accaduto, si profila il reato di disastro ambientale.

Autore dell'articolo: Marcello Festa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*