GAS-RADON: I COMMERCIANTI CHIEDONO CHIAREZZA –

Il termine scadeva ieri, ma la stragrande maggioranza dei commercianti a Salerno non ha rispettato il dictat imposto dalla legge regionale per avviare le misurazioni sul livello di concentrazione di attività del gas radon da svolgersi su base annuale. Le ragioni sono presto dette: scarsa informazione, difficoltà di reperire personale qualificato ed anche i costi della stessa operazione se a carico del locatore o del conduttore.

Il Radon è un gas pericoloso per la salute umana se inalato in quantità significative una volta accumulandosi all’interno di abitazioni. Basti pensare che risulta essere la seconda causa di  tumore al polmone, specialmente tra i fumatori. Da qui la necessità di una misurazione su base annuale. In caso di mancata trasmissione delle misurazioni, il comune può concedere un termine non superiore ai trenta giorni, oltre il quale verrebbe sospesa la certificazione di agibilità.

Autore dell'articolo: Eugenio Marotta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*