GRANATA: DUBBI SULLA SPINA DORSALE

Piacevoli problemi di abbondanza. Stefano Colantuono ritrova Ricci e Bocalon, ma soprattutto rilancia Sprocati in attacco dopo la panchina di Bari. Se in difesa non ci saranno novità, negli altri due reparti l’abbondanza porta con sé qualche dubbio. Almeno uno per reparto. Nel pacchetto arretrato giocheranno ancora Casasola, Tuia, Monaco e Vitale davanti a Radunovic mentre in mediana ed in prima linea tra oggi e domani il tecnico dovrà sciogliere le riserve e scegliere le… riserve in merito ad alcuni ballottaggi aperti. A centrocampo, infatti, il trainer granata riporterà Kiyine con licenza di impostare e di inserirsi in zona tiro. Il giovane talento di proprietà del Chievo tornerà titolare sul versante sinistro della mediana a tre con cui la Salernitana si schiererà sabato al cospetto del Cesena. Al centro, invece, Ricci e Minala si giocano una maglia da titolare. E siamo al primo ballottaggio. Soltanto uno dei due, infatti, agirà davanti alla difesa ed avrà sia il compito di avviare l’azione, sia quello di neutralizzare i probabili inserimenti di Laribi. I giochi sono aperti visto che Colantuono sembra avere già affidato le altre due maglie a Kiyine e Odjer. Il ghanese al momento è il più in forma dei centrocampisti a sua disposizione ed ha il passo giusto per contrastare anche gli esterni avversari. Se la scelta cadesse su Ricci, la Salernitana avrebbe un centrocampo più tecnico, ma anche meno dotato sul piano della stazza fisica visto che proprio Minala è il calciatore più abile nel gioco aereo e nei contrasti. Colantuono sta valutando anche questo prima di tirare le somme e compiere una scelta definitiva. Anche in attacco c’è abbondanza e, di conseguenza, il tecnico granata può sfogliare la margherita. Recuperato Bocalon, preso atto del buono stato di forma di Rosina, Colantuono attende segnali di risveglio anche da parte di Sprocati, rimasto in panchina al San Nicola. L’ex Pro Vercelli reclama spazio nel tridente iniziale. Nel test di ieri con la Primavera sono stati provati inizialmente Palombi e Bocalon in tandem con Rosina a supporto che ha agito tra le linee così come nella ripresa del match col Bari, fungendo da raccordo tra il centrocampo e le punte. Nel corso del test contro i boys di Mariani, il trainer granata non ha abbandonato il tridente puro nel quale Sprocati e Di Roberto sono stati schierati come esterni, mentre Rossi ha agito da punta centrale. Potrebbe essere questa la soluzione di partenza per la gara di sabato contro il Cesena, anche se gli interpreti potrebbero cambiare: Rossi e Bocalon sarebbero in lotta per un posto al centro del tridente, mentre Palombi potrebbe essere il terzo incomodo per una maglia di esterno.

Autore dell'articolo: Eugenio Marotta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*