GRANATA: IN ATTACCO SERVE DI PIU’, A GENNAIO NECESSARI INTERVENTI INCISIVI

La caccia al gol continua, la Salernitana cerca nuove strade per raggiungere l’obiettivo finale. Anche contro l’Ascoli gli attaccanti granata sono rimasti a secco, anche se a Gondo è stato annullato un gol regolare che, purtroppo, non verrà ricordato negli almanacchi. E’ stato Lombardi, un esterno, a segnare l’unica rete della gara per i granata che in casa continuano ad avere grosse difficoltà a concedere il bis. Solo contro Pescara ed Entella, infatti, la Salernitana ha segnato almeno due gol in una volta sola e nelle due gare citate ha sempre vinto. In trasferta, invece, i numeri sono ancor più miseri visto che nelle gare con Venezia, Cremonese e Juve Stabia la Salernitana è rimasta all’asciutto. Il gol è un problema, una splendida ossessione che la banda Ventura rincorre e raggiunge solo per brevi momenti. Per scalare la classifica, però, serve qualcosa di più e di meglio. Fino alla fine del girone di andata Ventura lavorerà con i calciatori a disposizione, senza poter fare affidamento su Cerci, il grande flop del mercato, almeno finora, e provando a far sì che Jallow, Giannetti, Gondo e Djuric ritrovino la via maestra. Per gli attaccanti il gol è la migliore medicina e dovrebbe essere anche pane quotidiano, ma per quelli granata non è stato così finora. Jallow ha segnato quattro gol, ma è sempre fumoso e troppo discontinuo e sta nuovamente evidenziando la tendenza a giocare da solo. Giannetti era partito forte, ma, dopo lo stop per infortunio, è scomparso dai radar. Djuric aveva illuso col gol partita a Livorno, ma non è una certezza in area di rigore. Gondo sta ritrovando la cadetteria dopo l’esperienza da giovanissimo a Terni. Insomma il poker di punte allestito dalla società in estate non ha numeri e palmares individuali in linea con le dichiarate ambizioni primaverili quando Lotito e Mezzaroma promisero una squadra da promozione diretta. A gennaio bisognerà intervenire sul mercato per potenziare il reparto offensivo, puntando su calciatori pronti ed affidabili ma scansando, possibilmente, il rischio e la tentazione di proporre una sorta di Calaiò-bis ingaggiando calciatori in là con gli anni e a corto di campo da troppo tempo. Al tempo stesso, l’ingaggio di uno o due attaccanti di un certo spessore, dovrà essere bilanciato da qualche partenza. Cerci resta un rebus, Giannetti è sempre nei pensieri del Livorno: sarà importante agire con tempestività e chiarezza di idee per affrontare il girone di ritorno con frecce più appuntite nella faretra.

Autore dell'articolo: Nicola Roberto

1 commento su “GRANATA: IN ATTACCO SERVE DI PIU’, A GENNAIO NECESSARI INTERVENTI INCISIVI

    Alex

    (Dicembre 6, 2019 - 8:28 am)

    Salve questo è un buon profilo x la Salernitana a gennaio gli scade il contratto e si svincola .Attaccante giapponese giovane che vede la porta potrebbe essere un ottimo investimento per la Salernitana acquistarlo a 0 e rivederlo e fare una buona plusvalenza basta cercare le occasioni ci sono ma la Salernitana sono 4 anni che cerca sempre i stessi nomi. Cordiali saluti alex
    ehttps://www.youtube.com/watch?v=_t4SLy7StBg&feature=share
    https://www.transfermarkt.it/musashi-suzuki/profil/spieler/188914

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*