GRANATA: IN TANTI AL PASSO D’ADDIO

Dal rinnovo di Bernardini alla conferma di Akpa Akpro, passando per il tentativo di rilancio di Rosina. La Salernitana ha diversi calciatori vincolati da contratti pluriennali ma non tutti rientrano nei piani del club. Ingaggi pesanti a fronte di rendimenti insufficienti: l’equazione non torna ed il diesse Fabiani dovrà trovare una soluzione, rimediando a scelte e valutazioni compiute nel recente passato che non hanno pagato. E’ il caso di Franco Signorelli, che ha un contratto fino al 2020, e che in campo non ha mai convinto, faticando ad imporsi sia con Bollini sia con Colantuono. L’ex Empoli ha avuto anche problemi fisici, ma, nel complesso, non ha mai dato l’impressione di poter prendere per mano la squadra. La sua conferma non è scontata, ma, al tempo stesso, c’è un contratto lungo ed oneroso che non agevola la sua eventuale partenza e che potrebbe togliere spazio a possibili nuovi innesti. Sono ad un anno dalla scadenza Vitale e Zito, che hanno chiuso male la stagione anche per motivi disciplinari e che non sono considerati imprescindibili da Colantuono. Per entrambi l’addio non sarebbe da escludere a priori, ma bisognerà capire se ci saranno offerte che possano soddisfarne le pretese. Contratto lungo anche per Rosina, che nel finale di stagione ha trovato finalmente continuità di rendimento ma che non è certamente un elemento in grado di garantire prestazioni continue su livelli elevati per quaranta gare. L’ex Toro ha classe ed esperienza e potrebbe essere un jolly di lusso non il cardine della Salernitana che verrà. Del resto, non riuscì ad esserlo due anni fa con Sannino, ancor più difficile che possa esserlo ora che ha tagliato il traguardo delle trentaquattro primavere. Mantovani, Popescu, Bocalon, Odjer, Schiavi, Casasola hanno vincoli abbastanza lunghi. In scadenza nel 2019, invece, Raffaele Pucino attende segnali per il rinnovo. Tra i migliori nella stagione che si è appena conclusa, l’ex Vicenza potrebbe essere un uomo mercato. Lo è di sicuro Mattia Sprocati, anch’egli con un vincolo in scadenza tra un anno, cosa che lo rende particolarmente appetibile agli occhi dei club interessati. La Salernitana proverà a monetizzare la sua cessione avendo nell’Empoli un interlocutore privilegiato anche alla luce del precedente dello scorso anno per Donnarumma. Ancora un anno di contratto per Di Roberto che non sembra rientrare nei piani di Colantuono che, intanto, spinge per avere una struttura più idonea per gli allenamenti e che ha suggerito sedi diverse da Roccaporena per il ritiro precampionato. Fine corsa per Tuia, diretto al Benevento, e Della Rocca, che ha giocato pochissimo nell’ultima stagione come per il mai impiegato Asmah, ma anche per Palombi, Radunovic, Adamonis, Ricci, Monaco, Kiyine, Minala, Russo, Iliadis, Rossi ed Orlando. Gli ultimi due, però, potrebbero essere nuovamente dirottati in granata dalla Lazio. Rientreranno dai rispettivi prestiti Alex, Cicerelli e Roberto.

Autore dell'articolo: Nicola Roberto

1 commento su “GRANATA: IN TANTI AL PASSO D’ADDIO

    Principe Umberto

    (Luglio 27, 2018 - 8:26 am)

    Alessandro Rosina non si deve mettere in discussione. Solo lui può far cambiare un risultato: da un lancio, un angolo, una punizione, eccetera. Che parta da titolare e poi si potrà “risparmiare” se è necessario. Se non ha problemi fisici, non centra l’anno di nascita. Forza Salernitana, ma con Ale Rosina !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*