GREEN CARD: LE “BELLEZZE” FANNO SQUADRA

Un pass turistico per avere accesso, a un prezzo privilegiato, ad alcuni dei principali luoghi di interesse della costiera e dell’entroterra cilentani, ma anche alle strutture considerate – per dimensioni, ma non per valore culturale – “minori”.
È la 
Cilento Green Card, finalizzata alla creazione dal basso di una rete territoriale di musei, aree archeologiche e naturalistiche compresi nel Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, impegnati a promuoversi a vicenda. Il protocollo d’intesa firmato stamani nel corso di una conferenza stamp presso la Stazione Marittima di Salerno. aperto all’adesione di nuove strutture, è uno straordinario tentativo di attivare dal basso una rete sinergica di promozione e valorizzazione delle emergenze culturali e naturalistiche del Cilento.

La Cilento Green Card, consentirà ai turisti e ai possessori che la richiederanno, di accedere alle strutture aderenti con uno sconto del 20%. Attraverso questo strumento, Legambiente Onlus e le strutture aderenti al progetto si propongono di attivare un programma di azioni congiunte per il sostegno e la valorizzazione del settore turistico del Cilento. E, grazie all’unione di forze e di risorse, di migliorare la qualità e l’organizzazione delle strutture e dei servizi di informazione e di accoglienza dei flussi turistici.

 

Autore dell'articolo: Marcello Festa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*