IL MERCATO, LA BORSA E LA PANCHINA

E come giocare in borsa. Soltanto che stavolta gli indici, le ipotesi, le valutazioni, le prospettive e le quotazioni dipendono e tanto dalla scelta dell’allenatore. Se tutto andrà come da pronostico, Simone Inzaghi dovrebbe essere ufficializzato a strettissimo giro sulla panchina granata. Com’è noto, però, prima che ciò accada è necessario che Marcelo Bielsa faccia altrettanto alla guida della Lazio. Altrimenti? Altrimenti sarebbe un Risiko che neanche ce la sentiamo di immaginare con ipotesi e valzer di pedine che coinvolgerebbero presente e passato tra Lazio e Salernitana. Con Inzaghi prima scelta come alternativa delle aquile, Menichini suo alter ego alla Salernitana oppure l’ipotesi Bollini – al momento in predicato di guidare nuovamente la primavera biancoceleste. Ipotesi, supposizioni, azzardi, insomma che soltanto l’ufficialità sulle due sponde di proprietà Lotito possono definitivamente mettere a tacere. Soltanto dopo si procederà con il mercato vero e proprio. La campagna rafforzamento della Salernitana è comunque iniziata con operazioni buone pe5r tutte le stagioni. O che servivano come il pane a prescindere da chi sia il nuovo nocchiero granata. Ieri, infatti, il club granata ha ufficializzato gli ingaggi dell’esterno offensivo Giuseppe Caccavallo; e dei due terzini Lorenzo Laverone e Luigi Vitale, rispettivamente destro e sinistro. Tutti e tre hanno siglato un triennale con la Salernitana. Caccavallo è stato il primo acquisto del nuovo corso. Ma c’è anche chi dice che potrebbe essere anche il primo a partire. L’ex Paganese, infatti, potrebbe rientrare in una più vasta operazione con il Catania per arrivare a Rosina. La trattativa è apertissima, la Salernitana vuole l’ex Bari e sembra essere vicina all’accordo. L’attaccante è tornato al Catania per fine prestiti, piace a Fabiani che sembra essere riuscito a smussare anche l’ostacolo dell’ingaggio faraonico (circa 450mila euro a stagione). Si raffredda invece la pista Insigne Jr che sembra non piaccia a Inzaghino, mentre Carlini è definitivamente tramontata. La Salernitana non lo dice, Ma è comunque a caccia di un portiere che se la giochi con Terracicano. Il club granata ha preso informazioni su Alessandro Micai del Bari. Lo stesso aveva fatto per l’ex Gori. Proprio per questo il giovane enfant prodige Cragno del Cagliari, lo scorso anno al Lanciano, resta conteso da Benevento e Salernitana. Staremo a vedere.

Autore dell'articolo: Eugenio Marotta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*