LA SALERNITANA SCHIERA LE TORRI PER DARE SCACCO AL PALERMO

Alle 18 si scende in campo. Tre mesi e sette giorni dopo, Salernitana e Palermo si ritrovano di fronte. Dal 18 maggio ad oggi sono cambiate tante: i rosanero hanno richiamato Tedino in panchina e devono fare i conti con la delusione per il mancato ritorno in A ed un mercato in uscita che potrebbe portare via dalla Sicilia qualche big; la Salernitana ha confermato Colantuono in panchina ed ha cambiato tanto, inserendo nella sua rosa diversi nuovi elementi. Colantuono ha scelto il 3-5-2 come modulo di riferimento e per la gara odierna dovrà fare a meno di Gigliotti e Vitale, ossia gli unici due mancini del reparto arretrato. In difesa c’è aria di debutto per Migliorini che dovrebbe giocare in linea con Schiavi e Perticone, a discapito di Mantovani. Sulle corsie laterali Anderson e Pucino sono in ballottaggio per una maglia. Dalla sua destra la Salernitana dovrebbe provare a sfondare visto che Mazzotta, l’esterno sinistro ospite, è più portato alla spinta che alla copertura. La tentazione di lanciare subito Anderson nella mischia è forte, ma Colantuono sa che i calciatori giunti sul finire del mercato non possono essere al top, ed allora dovrà valutare bene le sue scelte. Casasola è pronto a giocare a destra, nel caso in cui giocasse dal primo minuto Pucino. Con Anderson titolare, l’argentino traslocherebbe a sinistra. Da quella parte bisognerà tenere gli occhi aperti perchè Salvi, ex Cittadella, è un esterno che sa abbinare spinta e copertura e può essere letale in zona gol. Lo scorso aprile ne ha dato prova all’Arechi nel successo del Cittadella. In avanti il Palermo farà a meno di Puscas, ma Tedino ha diverse frecce al suo arco. La freccia granata è Jallow che, però, deve fare i conti con una condizione ancora deficitaria visto che non ha svolto il ritiro precampionato per le note vicende burocratiche. A gara in corso, ci sarà spazio per il gambiano. Dall’inizio, però, Colantuono punterà sulle torri, il bosniaco Djuric e l’argentino di origini croate Vuletich. Due centravanti di peso e con tanti centimetri a disposizione dovranno essere serviti prevalentemente con cross dal fondo. La loro forza fisica servirà ad aprire varchi nella difesa ospite di cui potrebbero approfittare i centrocampisti, Castiglia su tutti, visto che l’ex Pro Vercelli ha un certo feeling col gol. In cabina di regia dovrebbe toccare subito a Di Gennaro, ex del confronto. In mediana la Salernitana dovrà essere brava a sfruttare la superiorità nella zona centrale, muovendo bene e velocemente il pallone, che dalle 18 comincerà a rotolare di nuovo. L’Arechi farà la sua parte per far sì che finisca nella porta giusta.

 Entra a far parte della CHAT di TV Oggi Salerno


NOTE SUI COMMENTI
L'area dei commenti vuole fornire agli utenti di questo sito la possibilità di esprimere la propria opinione su vari argomenti.
Questo però deve avvenire nel pieno rispetto del vivere civile e del buon gusto.
Pertanto è assolutamente vietato inserire messaggi dal contenuto minaccioso, insultante, diffamatorio, ingiurioso, osceno, volgare, offensivo, pornografico, sacrilego, sessualmente esplicito o indecente, e ogni quant'altro costituisca di per sé o induca ad atti illeciti, comporti responsabilità civile o che in qualunque altro modo violi qualsiasi legge locale, regionale, nazionale od internazionale.
Ciò nonostante gli amministratori di questo sito non possono essere ritenuti responsabili di come, dove e da chi questo forum viene utilizzato in quanto non sono nella possibilità concreta di esercitare un controllo diretto sugli stessi.
Chiunque però dovesse riscontrare contenuti non in linea con i principi fin qui descritti può segnalarceli all'indirizzo redazione@tvoggisalerno.it per la rimozione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Author: Nicola Roberto

1950 stories / Browse all stories

Related Stories »

meteo
Meteo Salerno
#pubblicità#

POP UP BUONO SCONTO