“LUCI D’ARTISTA”, START SENZA DE LUCA –

La notizia non è l’accensione delle Luci bensì l’assenza di Vincenzo De Luca, il governatore della Campania, il padre putativo dell’evento salernitano giunto alla tredicesima edizione. Non aver visto l’ex Primo cittadino al fianco del sindaco Napoli nel momento clou dell’accensione è un fatto. Ufficialmente De Luca, che poi ha raggiunto Salerno intorno alle 21, non ha partecipato allo start perchè impegnato a Caserta dove in contemporanea si tenevano i funerali del carabiniere morto a Caserta mentre inseguiva un ladro, una ragione solidissima. Eppure l’assenza dell’inventore di Luci d’Artista non è

passata sottotraccia, non poteva, dando il là ad una ridda anche maliziosa di ipotesi, su tutte un certo dissenso nei confronti delle scelte artistiche adottate dalla Blanchere Illimination, nuovo dominus dell’evento dopo 12 anni di gestiore Iren. De Luca che ha osservato con attenzione tutte le installazioni nel corso del suo rapido giro perlustrativo non si è espresso, dunque il giudizio estetico del Governatore resta top secret. Dunque riflettori o per meglio dire Luci, puntate tutte sul sindaco Napoli che aveva al suo fianco l’ad della Blanchere Illumination, Romain Allain-Launay, presenza significativa che testimonia dell’interesse da parte della multinazionale francese nei confronti dell’evento salernitano. Il tour del sindaco Vincenzo Napoli ha avuto inizio in villa comunale ed è proseguito in tutto il centro storico per poi approdare in piazza Flavio Gioia dove è stato installato il tempio di Nettuno, una delle principali novità di quest’edizione. Poi la carovana si è spostata nella zona orientale della città dove a farla da padrone sono stati orsacchiotti e tradizionali simboli natalizi. A decretare il successo o meno della manifestazione sarà, però, come sempre, la gente, i visitatori che si preannunciano numerosi anche quest’anno stando almeno alle prenotazioni alberghiere e, al di là di qualsiasi discorso a proposito dell’eleganza, della creatività, della e della differenza di queste Luci da quelle degli anni passati, è ciò che più conta.

Autore dell'articolo: Marcello Festa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*