L’UNIONE FA LA FORZA. I POMPIERI CELEBRANO I MEDICI DEL RUGGI –

Eroi che celebrano gli eroi. Le sirene spiegate in segno di onore e rispetto. Gli applausi, forti, sentiti, degli uni e degli altri. Spettatori, più che interessati, i pazienti ed anche lo stesso personale sanitario e parasanitario alle finestre dell’ospedale di Salerno ed uno striscione a dir poco eloquente. Stamani una rappresentanza  dei Vigili del Fuoco di Salerno ha voluto rendere onore ai medici ed a tutti gli operatori dell’azienda ospedaliera universitaria Ruggi di Salerno impegnata nella lotta al Coronavirus.

In prima linea anche i caschi rossi, naturalmente. La delegazione, rappresentata dall’ing. Filippo Griffo con unità di caposquadra, caporeparto e vigile è arrivata al San Leonardo intorno alle 10 di stamani con alcune unità di rappresentanza come l’Aps (l’autopompa serbatoio), una piccola autobotte e due auto di servizio. In tutto una dozzina di pompieri, casco in testa, tuta d’ordinanza e mascherina di protezione. Una sorta di picchetto d’onore per rendere omaggio a chi sta combattendo nei reparti e nelle corsie la guerra al Covid-19.

Ad accoglierli il commissario straordinario dell’Aou Ruggi, Vincenzo D’Amato. Nel rispetto delle distanze e con le immancabili mascherine, D’Amato ha voluto omaggiare il comando dei vigili del Fuoco diretto da Rosa D’Eliseo di un gagliardetto dell’azienda ospedaliera della città d’Ippocrate. Il momento più toccante si è registrato quando buona parte del personale medico è uscito nel piazzale rispondendo agli applausi con altrettanti applausi. Al secondo piano della palazzina della direzione generale è stato esposto uno striscione capeggiato da un arcobaleno con su scritto. “Tutto passerà e sorriderai. Noi ce la faremo. Si… tu lo vedrai”.

Autore dell'articolo: Eugenio Marotta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*