MERCATO: TRE GIORNI AL GONG, C’E’ LO SCOGLIO DELLA LISTA OVER

Una lista piena a pochi giorni dalla conclusione del mercato non è certo la notizia migliore ed è una circostanza che dovrebbe far riflettere sul modo in cui si è operato nella precedente sessione di mercato. A settembre, dopo l’addio di Calaiò, la Salernitana si era addirittura ritrovata con una casella vuota, ma gli innesti di Aya e Curcio hanno creato una situazione di abbondanza a cui non sarà sufficiente rimediare con la preventivata partenza di Firenze. L’ex del Crotone e Rosina sono ormai fuori dal progetto e rappresentano due esuberi rispetto alla lista dei diciotto. Per il primo si sono paventate diverse opzioni, ma tutto si deciderà in extremis. Rosina, invece, pare non abbia mostrato grande entusiasmo circa l’ipotesi di trasferirsi all’Alessandria dove è appena tornato in panchina Angelo Gregucci, dopo aver risolto il suo contratto con la Salernitana. Il fantasista calabrese, prossimo ai trentasei anni, non ha digerito il trattamento riservatogli dal club granata e chiede una cospicua buonuscita senza la quale ogni ipotesi di interruzione anticipata del rapporto, che si chiuderà il prossimo giugno, non verrà presa in esame. Non a caso, in questi giorni la dirigenza granata ha aperto un canale privilegiato con il Trapani dove è approdato Odjer. Il ghanese potrebbe essere seguito da Kalombo, che ha detto no all’Avellino, e da Billong, che è in prestito biennale dal Benevento. In tutto questo, da Roma continua a rimbalzare la voce di un possibile passaggio alla Lazio di Jallow che potrebbe restare comunque in granata, dove, però, sta trovando sempre meno spazio. Da Formello potrebbero compiere il percorso inverso alcuni under. Da Andrè Anderson ad Adekaniye passando per Minala, le valutazioni sono in corso. Ventura potrebbe aver bisogno anche di un terzino destro, meglio se under vista la situazione. Piaccion Muldur, turco in forza al Sassuolo, e Del Prato, di proprietà dell’Atalanta ma in prestito al Livorno.

Autore dell'articolo: Nicola Roberto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*