MERCATO: FABIANI, BOLLINI E POI I RINFORZI

Si decide tutto a Villa San Sebastiano. Il destino della Salernitana è nelle mani di Claudio Lotito e Marco Mezzaroma ed anche della campagna elettorale per le elezioni del sostituto di Abodi. Soltanto dopo Alberto Bollini potrà mettere nero su bianco un accordo che ha già virtualmente chiuso con la proprietà granata (annuale con opzione per il secondo anno in caso di play off), ma che necessità delle formalità di rito.

Il primo step sarà l’incontro a Roma tra i due proprietari ed il diesse in pectore Fabiani. Il dirigente ha il contratto a scadenza, Mezzaroma si è già sbilanciato sulla sua riconferma e Lotito parlando di futuro e di strategie ha detto che per la nuova linea giovani intende parlarne proprio con Fabiani. Il diesse dovrà parlare anche di prospetti, progetti e prospettive future dopo avere già fatto una lunga chiacchierata con Bollini che su tanti argomenti è stato molto chiaro. Il tecnico per alzare la bandierina (in ottica play off s’intende) si aspetta una programmazione mirata, strutture, campi e naturalmente rinforzi. Che possono essere anche fatti in casa. Come nel caso della riconferma – tutta da verificare – di Massimo Coda al centro del suo tridente. Già, il modulo. Bollini è stato chiaro. Il tecnico intende se possibile giocare con il suo credo tattico. Per questo ha bisogno di esterni di gamba. Per questo chiede terzini e ali per far spiccare il volo alla sua Salernitana. Cicerelli della Paganese, Firenze in prestito al club azzurrostellato, ma di proprietà del Crotone, Rossi e Palombi giovani di prospettiva della Lazio e soprattutto Orji Okwonkwo, esterno classe (’98) del Bologna che Bollini ha espressamente chiesto per rinforzare la batteria di esterni offensivi sono i nomi più caldi che circolano in queste primissime fasi embrionali del mercato delle ipotesi. Il club felsineo tuttavia, già sondato a gennaio dalla Salernitana per il nigeriano, chiedeva e chiede un cospicuo premio di valorizzazione che Lotito non è stato (lo sarà ancora?) disposto a riconoscere.

Altro discorso è quello del regista. Ronaldo torna per fine prestito alla Lazio, ma non ha convinto più di tanto Bollini. Dal club capitolino dovrebbe tornare Minala, ma non il brasiliano. Ecco che si riaprono le piste che portano a Giorico del Modena (i canarini hanno in rosa anche il forte terzino destro Popescu che piace tanto a Fabiani) e di Gucher del Vicenza. Il play maker austriaco è retrocesso con i biancorossi e difficilmente rimarrà in lega Pro.

Autore dell'articolo: Eugenio Marotta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*