MERCATO SAN SEVERINO, VOLONTARI AL LAVORO NELLA CHIESA DI SAN MICHELE –

Sul muro dell’oratorio della chiesa di san Michele Arcangelo nella frazione Sant’Angelo di mercato San Severino, si vede ancora il segno lasciato dall’acqua sul muro. Il torrente Solofrana è esondato, invaso le aule dell’oratorio e da qui è penetrato nella chiesa . Il parroco alla vista di quanto stava accadendo ha avuto un malore ed è stato accompagnato in ospedale. Subito dopo l’intera comunità si è messa al lavoro nella frazione del comune di Mercato San Severino, la più colpita dal nubifragio che si è abbattuto sul comune del sindaco Giovanni Romano. Uscendo fuori dagli argini, il torrente ha provocato danni in più punti, nei campi, in alcune aziende o in una strada dove  i vigili del fuoco si sono messi al lavoro per rimuovere auto ed un muro di recinzioni travolti dal fiume di acqua e fango. Dove non sono arrivati i pompieri, ci hanno pensato i volontari. un micro esercito armato di scope che si è messo in moto per rimuovere il fango. Nella chiesa di San Michele Arcangelo al lavoro soprattutto i ragazzi, gli stessi utenti dell’oratorio che qui per i giovani è un punto di riferimento importante. E  naturalmente  non sono mancate le polemiche  verso le istituzioni. Chi vive vicino al Solofrana sa che ad ogni pioggia violenta con il livello dell’acqua sale anche la paura e la preoccupazione.

https://vimeo.com/143998385

Autore dell'articolo: Monica Di Mauro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*