MERCATO: TRE COLPI IN CANNA –

La regola del tre: tre colpi nel mirino come i tre ceffoni rifilati al Brescia. La Salernitana resta attivissima sul mercato di riparazione. Claudio Lotito ha deciso di trattare personalmente i rinforzi da affidare a Torrente. All’ombra dell’Arechi arriveranno un difensore, forse due, un esterno offensivo e un attaccante. Partiamo dalla fine. Andrea Cocco è ad un passo dal trasferimento alla Salernitana. L’attaccante del Pescara ha ricevuto un’offerta allettante dal club granata – si parla di un triennale a circa 300mila euro a stagione – ed ora tocca a Lotito convincere il patron del Pescara, Sebastiani a lasciar partire l’attaccante. L’imperatore Claudio ieri si è lasciato andare ad un’ammissione fuori dalle righe. “Se prendo Cocco, non va comunque via Coda”. Di tutt’altro avviso però l’agente dell’ex Parma, Beppe Galli, che ascolteremo dopo. Cocco è assistito da Mario Giuffredi che ieri era insieme al diesse Fabiani in sala stampa. L’agente napoletano ha in procura anche Angelo Rea. Il difensore centrale dell’Avellino è promesso sposo granata fin dalla vigilia del derby. Nell’immediato dopo partita, Rea avrebbe salutato qualche giocatore della Salernitana dandogli appuntamento all’Arechi nel giro di pochi giorni. In difesa, Lotito ha ammesso il pressing su Braafheid. Il cursore di fascia sinistra olandese tentenna, non gradisce il declassamento, ma il co-patron spera sempre che ci caschi. E siamo al ruolo dell’esterno offensivo. Una patata bollente questa. Al di là dell’interessamento concreto per Francesco Nicastro, classe ’91 (5 reti finora con la maglia della Juve Stabia), infatti, si profila all’orizzonte la possibile cessione di Gabionetta. Il brasiliano non sta rendendo come dovrebbe ed al club non è piaciuta neppure la continua litania del giocatore che continua a chiedere il prolungamento del contratto. Il Novara è sempre sulle sue tracce e non è escluso che il numero 10 possa fare le valigie. A quanto pare però la Salernitana ha sparato una cifra astronomica per il suo cartellino.

In uscita, invece, i problemi più grossi. Sciaudone resta l’ago della bilancia. Il centrocampista piace, ma spaventa il suo contratto oneroso. Sulle sue tracce lo Spezia che offre Nenè e l’Avellino che propone Insigne jr. Staremo a vedere. Non è escluso che l’ex Catania potrebbe anche restare in granata ed essere inevitabilmente reintegrato. Non si può dire lo stesso di Troianiello. La sua avventura alla Salernitana può considerarsi conclusa. Adesso però bisognerebbe trovare la formula giusta per dirsi addio. Il Pavia aveva fatto un sondaggio, ma Gennarino ha declinato deciso a giocare ancora in B.

Pestrin piace al Martina, ma il capitano vuole un anno e mezzo di contratto, rispetto all’ingaggio di soli sei mesi offerto dai pugliesi. Si tratta anche sulla base economica. Trevisan potrebbe accasarsi al Padova. Anche in questo caso, però, lo scoglio è rappresentato dal suo ingaggio. Tuia è seguito con interesse dalla Paganese. Il difensore centrale, reduce dall’infortunio al ginocchio, sta riflettendo.

Autore dell'articolo: Eugenio Marotta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*