MERCATO: VOLTI NUOVI ALLA RIPRESA, SI CERCA UN ALTRO BOMBER

La mega operazione con l’Atalanta è stata definita in tutti i dettagli, pertanto, alla ripresa della preparazione, fissata per mercoledì, Alberto Bollini accoglierà il portiere Radunovic, il terzino sinistro Asmah e l’esterno d’attacco Gatto. I due under giungono in prestito, l’attaccante over a titolo definitivo. Al gruppo si unirà presto anche Emmanuele Cicerelli, proveniente dalla Paganese. Non è finita qui, però. La gara di Carpi è stata importante per tanti aspetti ed ha confermato che qualche lacuna c’è, specie se si considera la rosa nel suo insieme. In attacco manca una alternativa credibile a Bocalon e sugli esterni la riflessione è in atto: Gatto e Cicerelli sono in arrivo, ma, forse, un altro tassello potrebbe essere utile. La Salernitana ha in rosa Joao Silva e Roberto, ma l’impressione è che Bollini non punti su nessuno dei due. Sul primo c’è il pressing del Modena che chiede anche Mantovani. Il diesse Fabiani proverà a sfoltire i ranghi per poi operare in entrata. Resta aperto il discorso con l’Atalanta per Gaetano Monachello, ma si seguono anche altre piste. Lotito avrebbe sondato Floccari, suo giocatore alla Lazio ed ora alla Spal. L’Ascoli deve trovare sistemazione a Cacia ed intanto ha proposto lo scambio di centrocampisti: Bianchi per Della Rocca. La scelta dell’attaccante sarà fondamentale perchè la Salernitana deve dotarsi di un altro realizzatore, uno che possa rimpiazzare Bocalon all’occorrenza. Un altro bomber darebbe più incisività al reparto e più scelta a Bollini che, come esterno, accoglierebbe volentieri Guberti o Nicastro, ma da Pisa potrebbe arrivare Peralta qualora Zito decidesse di approdare in Toscana. In ogni caso, come sempre accade di questi tempi, la corsa al bomber si deciderà in volata. Il rampante Monachello, i veterani Floccari e Cacia passando per Giannetti e Comi. La Salernitana aspetta l’occasione giusta per piazzare il colpo in prima linea. Dopo Ferragosto, il mercato sarà rovente.

Autore dell'articolo: Nicola Roberto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*