NAPOLI-SALERNO, ALLA VIGILIA DELLA FUSIONE PER IL SISTEMA AEROPORTUALE CAMPANO –

Lo scalo di Capodichino, primo tra gli scali dell’Italia meridionale e quinto su scala nazionale, non ha più possibilità di espansione e la fusione attraverso Gesac con l’aeroporto Costa d’Amalfi di Salerno è di utilità reciproca. A pochi giorni dalla fusione ufficiale che sancirà dal primo novembre, la nascita del sistema regionale aeroportuale, il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha ribadito e pregi e tempi dell’intesa che porterà entro i prossimi tre anni cinque milioni di passeggeri in più in Campania. L’occasione è stata fornita questa mattina dal convegno promosso dalla Cisl sul trasporto

aereo. “Entro due anni, il nuovo sistema entrerà a pieno regime e già entro quest’anno verrà scelta la ditta che dovrà realizzare i lavori per l’ampliamento della pista”, ha annunciato il governatore. Secondo il sindacato la fusione consentirà anche un aumento occupazionale stimato in cinquemila posti.

Autore dell'articolo: Monica Di Mauro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*