NUOVI UNDER, LA LEGA SBLOCCA IL MERCATO

Cambiano le regole sugli under in serie cadetta. Cambia il mercato della Salernitana, ma anche delle altre di B. Ieri è stata approvata una modifica ai criteri delle liste dei baby che possono essere composte da un numero infinito di calciatori, al di fuori dei 18 over e dei 2 giocatori «bandiera»). Non più under 21, ma under 23. Che tradotto in parole povere significa che potranno essere inseriti in lista un numero illimitato di calciatori nati dal 1 gennaio 1994 in poi. La Lega tende una mano alla serei B, insomma e lo fa anche per i criteri del perimetro playoff: dal prossimo anno, infatti, dovranno esserci ben 15punti – invece di 10 – di distacco tra terza e quarta classificata per mandare direttamente in massima serie la terza impedendo la disputa della post season. Completamente abolito invece il perimetro dei 14 punti tra terza e ottava. I criteri dei playout restano invariati rispetto allo scorso anno. All’assemblea ordinaria ha preso parte anche Marco Mezzaroma. Per l’assemblea elettiva, quella che conta e che sta a cuore a Lotito, se ne riparlerà a fine mese.

La modifica sul pacchetto degli under cambia di fatto strategie e mercato della Salernitana come di tutte le squadre del campionato cadetto. Fabiani deve fare i conti con salary cup e spending review. L’unica eccezione potrebbe esserci per la punta, il bomber, il sostituto di Massimo coda che avrà il compito di portare in dote gol e punti pesenti quest’anno. Sempre vivo l’interesse per Ricardo Bocalon (’89) dell’Alessandria. Non è nostro costume praticare lo sport preferito da tanti tromboni stonati, ma l’ipotesi Granoche è a dir poco peregrina. Figlia probabilmente di un braccio di ferro con lo Spezia e della sagacia del suo agente. Granoche vuole prolungare sulle cinque terre, ha un ingaggio importante e lo Spezia lo lascerebbe andare soltanto dietro un milione di euro per il suo cartellino. Fantacalcio per la politica di Lotito e Mezzaroma. L’Ascoli ha messo sul mercato Cacia (’84) e chiede Della Rocca alla Salernitana che sogna di monetizzare, ma probabilmente si andrà verso una rescissione consensuale dell’ingaggio.

Capitolo giovani della Lazio. Oikonomidis (’95) piace a Bollini, molto meno a Fabiani e alla piazza per via della scelta del canguro di preferire le amichevoli con la Nazionale australiana alla disputa dei playout in granata. Occhio ai portieri Adamonis (’97) e Guerrieri (‘96) che cercano continuità fuori Roma.

Torna «giovane» pure Cicerelli (’94) della Paganese, discorsi riavviati. Ieri Fabiani a Roma ha incontrato il procuratore del franco-algerino Kadi (’97,Lanusei): proposta ghiotta e risposta attesa a breve. Si parla di un triennale a cifre da minimo salariale. A centrocampo è bagarre. Fabiani vuole Giorico (’92), ma non sembra disposto a riconoscere al Modena il prestito oneroso di 50mila euro. Più probabile che si speri, tra virgolette, in una mancata iscrizione dei canarini. Sulla stessa falsariga, anche per meno, era tramontata la pista che portava al giovane enfant prodige Bifulco. Le alternative sono Paghera dell’Avellino (120mila euro il suo ingaggio per l’ultimo anno in Irpinia) e Gucher (’91), svincolato ma con ingaggio più alto rispetto a quello di Giorico.

Da Bari si continua a ipotizzare una sorta di scambio tra Busellato e Romizi. Il primo andrà alla corte di Grosso. Romizi (’91) ha un ingaggio di poco inferiore ai 400mila euro… i conti sono presto fatti per capire che anche stavolta il playmaker non vestirà il granata. Bloccato lo svincolato Signori (’88), s’attende pure un elemento più giovane. In lista Di Noia del Bari; Crecco della Lazio; Petriccione della Fiorentina o Sbrissa del Sassuolo. Come ampiamente anticipato, Raffaele Pucino è il principale obiettivo per il ruolo di terzino destro. L’ex Vicenza ha ancora un anno al Chievo, ma con un ingaggio da top player (circa 140mila euro a stagione). Sul taccuino Germano della Pro Vercelli ed il solito Gennaro Scognamiglio sempre che abbassi le sue pretese economiche. Tra i pali Vigorito (’90) è sull’uscio, se non si dovesse arrivare a Seculin (’90). Alternative Agazzi del Cesena e lo svincolato Mazzoni (’84).

Autore dell'articolo: Eugenio Marotta

1 commento su “NUOVI UNDER, LA LEGA SBLOCCA IL MERCATO

    Barry Allen

    (Luglio 5, 2017 - 6:51 pm)

    Pazza idea Mastour

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*