OBIETTIVO RINFORZI. OCCHIO A DONNARUMMA…

Manca più di un mese alla riapertura delle liste, ma il mercato di riparazione è come se fosse già entrato nel vivo. Ipotesi, ammiccamenti, trattative, accordi più o meno virtuali. La Salernitana sta lavorando sotto traccia per farsi trovare pronta alla sessione invernale di gennaio in cui ci saranno parecchi movimenti. In entrata e in uscita. Nel mirino il centrocampista Crimi del Bologna, i terzini Laverone, Fontanesi e Nunzella. Sondato anche il centrale Simone Gozzi del Modena. Ma andiamo con ordine.

Il cellulare del diesse Fabiani è sempre più caldo. Chiamate, anche in questo caso, in entrata e in uscita. La Salernitana proverà a puntellarsi in tutti i reparti. In difesa si faranno le opportune valutazioni su Tuia, confidando nel rientro di Schiavi e nel recupero di Bernardini, al netto della spada di Damocle del rischio deferimento sui treni del gol. Ma è sugli esterni che si proverà ad intervenire. Pollace andrà via. L’ex capitano della Primavera della Lazio è stato bocciato da Torrente dopo la disfatta di Crotone e Lotito preferisce tentare di valorizzarlo altrove. In ogni caso bisognerà trovare più di un’alternativa a Colombo. L’ex Cittadella sta tirando la carretta da tempo e ultimamente ha fatto registrare pericolosi black-out. Le ipotesi sono due. Un under da far crescere dietro Colombo, oppure un elemento esperto che possa arrivare all’ombra dell’Arechi per giocarsi subito il posto da titolare. Nel primo caso le piste portano a Leonardo Fontanesi. Un under, classe ’96, che ha fatto tutta la trafila del settore giovanile nel Sassuolo per esordire in massima serie lo scorso anno. Il terzino destro ha collezionato tre presenze alla corte di Eusebio Di Francesco nella passata stagione, tutte da titolare. Quest’anno invece non ha ancora saggiato il campo.

Discorso diverso, invece, per Lorenzo Laverone: 26 enne esperto cursore di fascia destra originario di Bagno a Ripoli che ha collezionato quest’anno otto presenze con il Vicenza di Marino. L’esterno destro è capace di coprire bene entrambe le fasi, ma per convincerlo bisognerà proporgli almeno un biennale a cifre intorno ai 75mila euro. Sulla fascia sinistra, invece, si potrebbe consumare un’altra operazione con il Catania. Piace Leonardo Nunzella, classe ’92 ex Lanciano da quest’anno in forza al Catania di Pippo Pancaro in Lega Pro. Il mancino è stato l’alternativa a Mammarella sull’out mancino in terra d’Abruzzo ed ha giocato in Campania con la maglia della Paganese tre stagioni or sono.

E siamo al centrocampo. Marco Crimi è in cima alla lista di Fabiani. La mezzala destra originaria di Messina (classe ’90), quest’anno ha trovato poco spazio nel Bologna di Delio Rossi prima e di Donadoni dopo. Solo una presenza in rossoblù per l’ex Latina e Grosseto alla prima di campionato contro la Lazio all’Olimpico. Crimi preferisce il ruolo di mezzala destra, ma all’occorrenza può giocare anche come centrocampista centrale.

In attacco si cercano gli esterni, ma bisognerà guardarsi dall’assalto ad Alfredo Donnarumma dopo la sua esplosione in campionato. Il bomber di Torre Annunziata ha tre anni di contratto con la Salernitana, ma adesso c’è la fila per averlo. Qualche club infatti pare stia forzando la mano, approfittando di qualche mugugno che era trapelato dall’entourage del giocatore nel recente passato. Tocca a Fabiani mettere a tacere ogni pretendente.

Autore dell'articolo: Eugenio Marotta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*