ORA IL GOVERNO BATTE IL CALCIO D’INIZIO

Squadre come grandi famiglie allargate, destinate a vivere in una sorta di ritiro blindato ad oltranza per potersi allenare in sicurezza. E’ questa l’ipotesi di lavoro intorno a cui la Figc ed il Comitato Tecnico Scientifico stanno trovando la quadra per far ripartire il calcio. Dal Governo è arrivata una importante apertura da parte del Sottosegretario alla Salute, Sandra Zampa, ed ora la data da cerchiare in rosso è quella del 13 maggio quando si terrà una assemblea della Lega A straordinaria. In quella occasione i club di massima serie dovranno valutare la situazione dal punto di vista logistico ed economico, ma tutto lascia pensare che l’intenzione sia quella di ricominciare. Dal 18 maggio le squadre potranno riprendere gli allenamenti in via ufficiale, alcune lo hanno già fatto a livello individuale. Una volta ripresi gli allenamenti, si dovrà poi individuare una data per la ripresa del campionato. Nelle more delle discussione, però, si è inserita la questione della positività ai tamponi di alcuni calciatori di Samp, Fiorentina e Torino. Si avvicina, dunque, la ripartenza, anche se il traguardo finale non è proprio vicinissimo, ma Claudio Lotito pregusta una sorta di vittoria personale. Un regalo più che gradito per il suo sessantatreesimo compleanno che cade oggi. Con la Lazio impegnata nello sprint scudetto e con i tanti soldi dei diritti tv in ballo, Lotito si è da subito esposto, asserendo la necessità di dover riprendere, posizione che, tranne poche resistenze, ormai superate, è quella di gran lunga prevalente. La serie A si prepara, la B resta un passo indietro e valuta l’ipotesi di sfruttare l’estate per chiudere il campionato. La prossima settimana qualcosa si muoverà.

Autore dell'articolo: Nicola Roberto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*