PAESTUM, TORNA LA TOMBA DEL TUFFATORE

A chi appartenesse la Tomba del Tuffatore, tornata al museo di Paestum ed esposta in una sala completamente rinnovata, è ancora un enigma ma di sicuro, come ha spiegato il direttore del museo di Paestum, Gabriel Zuchtriegel, “la tomba sta in una tradizione locale”. A testimoniarlo sarebbero alcune tombe scoperte in zona ed “in particolare quelle delle palmette”, appartenente ad una giovane donna, esposta al museo di Paestum e che e’ oggetto di studi. In questa tomba, ha proseguito Zuchtriegel “vediamo lo stesso tipo di decorazione, con quattro palmette sulla lastra di copertura. Sembra come la tela del tuffatore”. La tomba delle palmette, antecedente a quella del Tuffatore di circa 20 anni, testimonia dunque “un modo di fare – ha spiegato ancora il direttore del museo – legato a credenze, ideologie e ritualità, radicato a Paestum per un certi periodo di tempo”. Al momento non si conosce comunque l’identità del corpo custodito nella Tomba del Tuffatore perché’, ha concluso Zuchtriegel “abbiamo pochi elementi, e rimarrà per sempre una questione aperta”.

Autore dell'articolo: Eugenio Marotta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*