PD, ECCO I CANDIDATI SALERNITANI –

Piero De Luca sarà candidato per il Pd come capolista nel proporzionale e nel maggioritario. Il figlio del governatore della Campania Vincenzo De Luca sarà infatti capolista alla Camera nel Collegio Campania 2 e nell’uninominale a Salerno. Il fedelissimo di Vincenzo De Luca, Franco Alfieri, che fu al centro del caso ‘fritture’ da offrire agli elettori nella campagna per il referendum, è invece candidato nel maggioritario nel collegio di Agropoli, città di cui è stato sindaco. La direzione nazionale del Pd che si è conclusa alle 3 di questa mattina dopo due rinvii, ha ufficializzato le candidature che vedono in provincia di Salerno negli altri collegi uninominale: per Scafati – Mauro Maccauro; per Battipaglia – Mimmo Volpe, mentre al Senato Salerno – Tino Iannuzzi; Battipaglia – Filomena Gallo. Il ministro dell’Interno Marco Minniti sarà capolista del Pd al Senato del proporzionale a Salerno. E’ quanto è stato annunciato nella direzione del Partito Democratico che si è svolta nella notte a Roma. Nel listino del Senato a Salerno c’è anche Mario Giro, viceministro agli Esteri. Nell’uninominale per il Senato a Salerno sarà invece candidato l’uscente Tino Iannuzzi che ha ottenuto la deroga nonostante abbia superato il tetto di mandati previste dal Pd.

Per il senato Campania 3 Salerno/Portici/Torre del Greco il Pd schiera Gianni Pittella, Angelica Saggese ed Enzo Amendola.
Immediati i commenti del centrodestra sulla candidatura di Piero de Luca. “Volevano far credere che si chiedeva la candidatura di Piero De Luca sul proporzionale a Salerno per consentire all’apparato dinastico di “tirare” il Pd in tutta la provincia e non per  timore di sconfitta sul collegio uninominale del capoluogo. Poi la verità viene sempre a galla. Il “capo” famiglia ha preteso ed ottenuto che il pargolo fosse inserito non solo nel collegio di Salerno ma anche nel proporzionale a Caserta! La paura di perdere, la consapevolezza che nonostante il “sistema” di potere il fortino inizia a vacillare, spinge il papà a garantire il primogenito. Piero De Luca è già NOMINATO parlamentare, non perché eletto, ma per grazia ricevuta. Nel frattempo, come non bastasse, per completare il quadro, nel Cilento è candidato il re delle fritture, il principe delle “clientele come Cristo comanda”(cit.). E chi sarebbero allora gli impresentabili? Tocca ora ai salernitani reagire all’arroganza e dare un segnale di libertà, bocciando sonoramente il PD ed i suoi improponibili rappresentanti  su tutto il territorio  della provincia. Non sarà  un  po’ di “profumo” di  fritto a far dimenticare ai nostri concittadini i danni prodotti al Paese dai vari Renzi, Boschi, Fedeli e loro compagni!

 

Autore dell'articolo: Marcello Festa

1 commento su “PD, ECCO I CANDIDATI SALERNITANI –

    Ivano

    (Gennaio 27, 2018 - 12:33 pm)

    Ecco perchè il Senior ha fatto da scendiletto a Renzi. Aveva il suo tornaconto.Come sarei felice se non fosse eletto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*