REGIONALI 2020, TRA CANDIDATI ALLO SCOPERTO E ALLEANZE ALL’OSSO –

La campagna elettorale per le regionali del 2020 è ampiamente iniziata. Come era facile prevedere le Europee sono state il termometro politico per misurare il peso delle diverse espressioni. Ad uscire allo scoperto è stato subito il rettore dell’Università degli studi di Salerno, Aurelio Tommasetti, che ad urne ancora calde e forte del consenso ricevuto dalla Lega in Campania, ha esplicitato la sua volontà di rappresentare nel partito di Salvini l’anti De Luca per la sfida alla regionali del 2020. A scoprire le sue carte è anche Luigi De Magistris che tende la mano al Movimento Cinque Stelle, dicendosi disponibile

a cedere la poltrona di primo cittadino di Napoli ai grillini in cambio del loro sostegno per diventare presidente della regione Campania. Nel centro destra, al solito nome azzurro di Mara Carfagna, si accompagna anche l’ambizione del deputato di Fratelli d’Italia, Edmondo Cirielli, nome sul quale pare ci sia l’ok di Giorgia Meloni. Tutti sanno che ovviamente il candidato da battere, pronto a ricandidarsi per la riconferma al secondo mandato, è Vincenzo De Luca. Anche per la coalizione di centro sinistra le Europee sono state una cartina di tornasole per capire dove e come, dopo la batosta delle politiche 2018, il Pd in primis è riuscito a contenere l’ondata grillina e lo tsunami Lega. Tiene Salerno capoluogo, ma da sola, e De Luca lo sa bene, non basta. E bisogna lavorare e molto soprattutto in quei territori dove per usare l’espressione utilizzata dal sindaco di Nocera Inferiore, Manlio Torquato, l’alleanza con il Pd inizia a mostrare gli ossi. Sorprende onestamente che al sindaco di una città importante come Nocera, siano stato consentite senza che nessuno lo contestasse, aspre critiche nei confronti    dell’operato  della regione . Torquato dal suo profilo Facebook ha espresso chiaramente la sue difficoltà  di sindaco a reperire fondi in una regione che “non mette soldi manco per un ascensore” se si parla di viabilità ( in un ‘area iper congestionata) e della possibile metropolitana dell’Agro e dove si pensa più alle luci d’artista che a cambiare questa parte del territorio. Sorprende il silenzio assordante di consiglieri  regionali e esponenti politici che pure lavorano e si impegnano per questa area. In base a  quale strategia restare zitti: se il silenzio vale assenso, Torquato ha forse ragione a non sentirsi  salernitano  e  Nocera Inferiore nella partita per le regionali è già  persa?

 Entra a far parte della CHAT di TV Oggi Salerno


NOTE SUI COMMENTI
L'area dei commenti vuole fornire agli utenti di questo sito la possibilità di esprimere la propria opinione su vari argomenti.
Questo però deve avvenire nel pieno rispetto del vivere civile e del buon gusto.
Pertanto è assolutamente vietato inserire messaggi dal contenuto minaccioso, insultante, diffamatorio, ingiurioso, osceno, volgare, offensivo, pornografico, sacrilego, sessualmente esplicito o indecente, e ogni quant'altro costituisca di per sé o induca ad atti illeciti, comporti responsabilità civile o che in qualunque altro modo violi qualsiasi legge locale, regionale, nazionale od internazionale.
Ciò nonostante gli amministratori di questo sito non possono essere ritenuti responsabili di come, dove e da chi questo forum viene utilizzato in quanto non sono nella possibilità concreta di esercitare un controllo diretto sugli stessi.
Chiunque però dovesse riscontrare contenuti non in linea con i principi fin qui descritti può segnalarceli all'indirizzo redazione@tvoggisalerno.it per la rimozione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Author: Monica Di Mauro

2128 stories / Browse all stories

Related Stories »

meteo
Meteo Salerno
#pubblicità#

POP UP BUONO SCONTO