SALERNITANA: DUE RATTOPPI IN DIFESA PER VENTURA MA PER PESCARA RESTA L’EMERGENZA

Uno squalificato per sostituire uno squalificato. La circostanza è paradossale, ma è la pura verità. Pur sapendo di avere una precisa necessità in difesa, visto che a Pescara mancherà per squalifica Karo, la Salernitana pare aver orientato in maniera decisa le sue attenzioni su Ramzi Aya, trentenne italo- tunisino, nato a Roma, e che ha giocato nella prima parte di stagione a Pisa. Proprio in Toscana l’esperto e grintoso difensore ha conosciuto la serie B dopo una lunga gavetta in terza serie. Catania, Andria, Reggiana sono alcune delle tappe della sua carriera di buon difensore nelle categorie inferiori. A Pisa è stato schierato quasi sempre da titolare, giocando sia sul centro-destra sia sul centro- sinistra nella difesa prevalentemente a quattro schierata dal tecnico D’Angelo. Nella sua ultima gara del 2019, però, Aya ha rimediato un cartellino giallo in seguito al quale è scattata la squalifica, per cui, anche se dovesse giungere a breve la fumata bianca (la base di accordo è un contratto fino al 2022, stessa durata di quello in essere col Pisa), il calciatore italo- tunisino non potrebbe essere impiegato a Pescara dove, dunque, Ventura dovrà decidere se far debuttare Heurtaux, che non gioca in campionato dal 19 gennaio dello scorso anno, quando militava in Turchia, o se dirottare Migliorini sul centro- destra con Billong al centro. Dal mercato il tecnico granata attendeva un innesto di spessore e personalità in retroguardia. Aya sembra essere il prescelto e sulla bontà della scelta bisognerà attendere la verifica del campo. Sulla carta., a giudicare anche dalla carriera del calciatore, sviluppatasi in massima parte in serie C, non si può parlare di un elemento esperto della categoria, anche se il calciatore nato a Roma nel febbraio del ’90 ha una spiccata personalità. Aya non è il solo difensore centrale che la Salernitana stia seguendo in questi giorni. Piace anche Bogdan del Livorno, che rivorrebbe Giannetti, ma che per il centrale croato chiede un cospicuo conguaglio. L’altro difensore finito sul taccuino del club granata è Sierralta dell’Udinese, reduce da sei mesi di prestito al Parma, ma sul quale l’Empoli si è mosso in anticipo. Per la fascia sinistra si va verso la definizione della trattativa per Curcio, esterno italo- brasiliano che a Brescia ha trovato sempre meno spazio nel corso dell’ultimo anno solare e che in granata potrebbe scalzare Lopez, proposto al Pisa nell’ambito dell’operazione Aya. In mediana si cerca un elemento che dia spessore al reparto, ma lo Spezia ha chiesto Djuric per Mora e su queste basi il discorso non sembra potersi sviluppare. I liguri tengono d’occhio anche Giannetti. Tutto tace, infine, in attacco dove qualcosa potrebbe muoversi nel caso di partenza di Giannetti, ma soprattutto di Jallow. La Salernitana vuole realizzare una plusvalenza ed il gambiano potrebbe essere uno dei pochi calciatori di proprietà adatti allo scopo.

Autore dell'articolo: Nicola Roberto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*