SALERNITANA: RISPUNTA OIKONOMIDIS

Chiudere a doppia mandata la porta, rinvigorire e rinnovare la mediana e ricostruire l’attacco: le priorità del mercato granata, per quanto riguarda le entrate, sono queste ma la società di Lotito e Mezzaroma resta attiva anche sul fronte delle uscite. Massimiliano Busellato è ad un passo dal Bari, mentre Alfredo Donnarumma aspetta la fumata bianca con l’Empoli. Per la porta la Salernitana non smette di pensare a quell’Alfred Gomis che tanto bene ha fatto nel girone di ritorno della scorsa serie B. Il puma senegalese, però, aspetta la Spal, valuta alcune proposte dalla Francia, anche se l’idea di vivere una stagione da protagonista in granata non gli dispiacerebbe. A patto, però, che ci siano i presupposti – economici e tecnici – giusti. La Salernitana non ha intenzione di elargire ingaggi troppo elevati e questo potrebbe frenare diverse trattative, compresa quella per Gomis che in B sposerebbe solo un progetto vincente. In alternativa all’ex Crotone c’è Andrea Seculin, che vorrebbe lasciare il Chievo per poter giocare con più continuità. Il portiere goriziano ha lo stesso agente di Agazzi, altro pipelet offerto a Fabiani che ha preso nota ed ha proseguito nel casting per la porta, riaprendo il discorso con Vigorito, che non è la priorità del diesse granata, e tenendo alta l’attenzione anche su Rosati e Mazzoni, due portiere esperti che potrebbero ricoprire il ruolo di vice. La Salernitana deve, infatti, ingaggiare almeno due estremi difensori. Uno potrebbe arrivare dalla Lazio che ha in rosa Guerrieri ed Adamonis. In mediana restano stabili le quotazioni di Giorico e Paghera. Il primo è di proprietà del Modena che chiede cinquantamila euro per il prestito, mentre il secondo è sotto contratto per altre due stagioni con l’Avellino, che pensa a Schiavi. Fabiani ha parlato con l’agente dell’austriaco Gucher, svincolato, che ha chiuso la scorsa stagione con la maglia del Vicenza dove è stato compagno di Giuseppe Rizzo, rientrato al Perugia e proposto alla Salernitana che ha nel mirino la mezzala Francesco Signori, attualmente senza contratto, e valuta pure il terzino Raffaele Pucino, di proprietà del Chievo, su cui c’è anche il Brescia. Per la mediana ci sono anche altre opzioni. Piace Acampora dello Spezia, col Cesena si era parlato di Konè (i romagnoli non hanno rinnovato col giovane terzino destro Setola, che è stato a più riprese proposto alla Salernitana e che potrebbe firmare col club granata) mentre nell’ambito dell’operazione Busellato il Bari ha offerto Romizi, che piace a Bollini ma ha un ingaggio elevato, e Di Noia, mentre le piste under conducono a Giovanni Sbrissa, rientrato al Sassuolo dopo l’esperienza al Brescia, e a Jacopo Petriccione, di proprietà della Fiorentina e reduce da un buon campionato con la maglia della Ternana dove è stato compagno di squadra dei boys laziali Palombi e Germoni. L’attaccante dovrebbe partire per il ritiro con la squadra di Simone Inzaghi e solo in un secondo momento potrebbe essere girato ad un altro club, mentre il terzino è fresco di rinnovo e valuta la proposta dell’Ascoli. Dalla Lazio tornerà in granata Joseph Minala e per rimpinguare la batteria di esterni offensivi potrebbe tornare in granata l’australiano Ikonomidis, reduce da un’esperienza in Danimarca. Per il ruolo di prima punta è stato proposto Granoche, in forza allo Spezia, si valuta Bocalon, che l’Alessandria non libererà senza un corrispettivo economico adeguato, si attende il golden boy laziale, Rossi, e si resta alla finestra in attesa di eventuali occasioni. Da mesi Bollini sogna il nigeriano del Bologna, Okonkwo, per il quale il Bologna non ha ancora sciolto le riserve. A Fabiani è stato proposto l’attaccante portoghese Alex, mentre intriga il ventenne francese Kadi, reduce da una stagione molto positiva nel campionato di serie D con la maglia della squadra sarda del Lanuesi.

Autore dell'articolo: Nicola Roberto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*