SALERNITANA, RIVOLUZIONE DI AGOSTO

Dall’ultimo giorno di mercato è uscita una Salernitana con tante novità ed un posto ancora libero nella lista dei 18 over da presentare in Lega. Il ds Fabiani è riuscito a chiudere una maxi trattativa col Catania a cui, dopo Castiglia, sono stati ceduti Russotto, Calil e Liverani. Il brasiliano, uomo copertina della promozione dello scorso anno, ha accettato la corte degli etnei avendo capito che la Salernitana non puntava più su di lui. Triennale per lui ed anche per Russotto, protagonista di una breve storia d’amore, di quelle tipiche dell’estate. Preso dal Catanzaro e scaricato dopo appena un mese e mezzo, Russotto è in buona compagnia visto che anche Liverani ha esaurito la sua avventura in granata prima ancora che cominciasse. Sfumato Lodi, che ha risolto il contratto con gli etnei e può ancora trovare sistemazione altrove, dal Catania è stato prelevato il portiere Alberto Frison, classe ’88, ex Vicenza e Sampdoria. Difficile che possa essere la chioccia di Strakosha, per lui è pronta la maglia da titolare. Partito Calil, dopo aver ingaggiato Coda, la Salernitana ha completato la rivoluzione in attacco assicurandosi Alfredo Donnarumma. Un inseguimento durato nove mesi, cominciato lo scorso gennaio e coronato ieri. Il bomber ex Pescara ha sottoscritto un triennale con la società granata che dal Teramo ha prelevato pure il difensore centrale brasiliano, Empereur, un under al pari di Moses Odjer, centrocampista del ’96 che arriva in prestito dal Catania. Anche in attacco c’è un giovane: si tratta di Manuel Milinkovic, serbo nato in Francia, svincolato dalla Ternana. Tre under tutti d’un colpo, così la Salernitana rimpingua la rosa di Torrente, uscita letteralmente stravolta dalle ultime battute del mercato. E, forse, non è ancora finita…

Autore dell'articolo: Nicola Roberto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*