SALERNITANA SENZA MEZZA DIFESA

Bagadur e Ceccarelli sono out, Colombo quasi, Schiavi non pervenuto, Tounkara e Bovo con le stampelle. Emergenza dell’emergenza, insomma. E se con la prima ci si era quasi abituati –  purtroppo –  a convivere, adesso bisognerà fare gli straordinari. Le notizie che arrivano dal fronte infermeria della Salernitana non sono propriamente confortanti. Tutt’altro. Colombo, come anticipato da giorni, non sta bene, non si allena, e difficilmente sarà disponibile per la prima gara dei play out in trasferta. Probabilmente a Lanciano o forse a Livorno. L’assenza dell’ex Cittadella costringe Menichini a fare una serie di valutazioni sulla sua sostituzione. Il principale designato sarebbe Ceccarelli se non fosse per la condropatia al ginocchio che lo assilla da tempo oltre ad un rapporto un po’ burrascoso con il tecnico dopo le dichiarazioni post Vicenza. Ecco che spunta l’ipotesi, concreta, di una soluzione forzata. Obbligata dalle circostanze. Alessandro Tuia è il candidato a coprire il ruolo di terzino destro in caso di probabile assenza dei titolari di ruolo. Tuia è un centrale dirottato sulla fascia. Ma il suo slittamento impone il recupero di Empereur al centro della difesa. Altrimenti sarebbero guai. Il difensore brasiliano si sta allenando a parte a causa di un problema al soleo che lo ha costretto ad uscire nel match con il Como. Numeri alla mano, Empereur rimarrebbe l’unico centrale disponibile da affiancare a Bernardini nel caso in cui Tuia scivolasse, come pare, sulla destra. Altrimenti? Altrimenti la soluzione di ripiego porta il nome di Michele Franco. L’ex Perugia dovrebbe nuovamente traslocare al centro, in un ruolo non suo. E Schiavi? Non pervenuto nelle gerarchie del tecnico. A conti fatti, dunque, Menichini potrebbe trovarsi costretto ad adattare metà difensori in posizioni a loro poco congeniali. La speranza, naturalmente, è che almeno uno tra Empereur (più probabile) e Colombo recuperino in tempo per la trasferta di sabato l’altro. Staremo a vedere.

Per il resto formazione e modulo già  fatti. Con qualche piccolo dubbio legato alle condizioni fisiche di alcuni interpreti. Su tutte, Davide Moro a centrocampo. L’ex Empoli ha un problema alla schiena, ma proverà a forzare i tempi per esserci. IN caso contrario è pronto Odjer. A quanto pare, infatti, Menichini sembra intenzionato ad affidarsi comunque all’esperienza di Pestrin nei 180’ più importanti della stagione. Il capitano è certo di una maglia e potrebbe far nuovamente coppia con Moro se l’ex Empoli dovesse farcela. Altrimenti è pronto Odjer. Inamovibile, invece, la coppia d’attacco composta da Coda e Donnarumma.

Autore dell'articolo: Eugenio Marotta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*