SCHIAVI FA 30 E SCEGLIE IL REGALO: IL DIFENSORE SPERA DI RIENTRARE AL PIU’ PRESTO

Raffaele Schiavi compie 30 anni oggi. Cifra tonda per il difensore granata che da troppo tempo è ai box. Il terribile infortunio al perone subito contro il Cesena a fine ottobre lo ha costretto ad una lunga fase di inattività e poi ad un recupero molto lento. Schiavi ha tolto il tutore prima di Natale, circa tre mesi fa, ma il rientro in campo non è ancora avvenuto. Colpa di un infortunio particolarmente grave che ha richiesto molta cautela nella fase di riabilitazione e di ritorno all’attività agonistica. Da fine febbraio Schiavi si allena con i compagni, ma non è ancora pronto per tornare in campo. Il suo recupero sarebbe fondamentale perchè consentirebbe a Menichini di disporre di un giocatore di maggiore esperienza da poter affiancare a Bernardini. Inoltre, il tecnico avrebbe anche la possibilità di varare una difesa a tre. Schiavi è stato uno dei migliori della prima parte del campionato. Con Torrente in panchina, l’ex Catania era un titolare fisso ed era il punto di riferimento di un reparto che denotava già qualche falla preoccupante. In questa stagione molto travagliata Schiavi ha al suo attivo un gol, segnato nella trasferta di Brescia, a conferma delle sue ottime doti di colpitore. Nel bilancio personale c’è anche l’ingenuo cartellino rosso rimediato a Pescara. Legato da un triennale alla Salernitana, dov’era tornato a distanza di dieci anni dall’addio, Schiavi immaginava una stagione ben diversa per sé e per la squadra. Impossibile, però, riavvolgere il nastro e cancellare quello che è stato finora. C’è, però, ancora la possibilità di scrivere un lieto fine che per Schiavi vorrebbe dire ritorno in campo e salvezza della Salernitana. Il difensore deve acquisire il ritmo partita, ma anche l’abitudine ai contrasti. Il terribile infortunio patito ad ottobre ha richiesto molto tempo ed il momento del rientro in campo ancora non è certo. Schiavi, però, vuole stringere i denti e mettersi quanto prima a disposizione di Menichini. Il suo recupero potrebbe essere uno dei jolly da calare sul tavolo della volata salvezza.

Autore dell'articolo: Nicola Roberto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*