SI GIOCA. GRANATA IN CAMPO IL 20. POI I “VENERDI’ DELLA B”

La Salernitana studia l’algoritmo, spera di non dovervi ricorrere e intanto attende di conoscere ufficialmente oggi date e orari delle dieci gare che restano ancora da disputare in regular season. È slittata di ventiquattro ore, infatti, la pubblicazione del calendario da parte della Lega B. Ma le indicazioni di massima ci sono. I granata dovrebbero ospitare il Pisa sabato 20 giugno per la 29ma giornata. Per l’orario, ballano le 18 e le 20:30. L’impressione è che l’ippocampo scenda in campo alle 18.

Dal successivo turno, potrebbe essere scelto un unico giorno per disputare le gare: calda l’ipotesi del venerdì per evitare sovrapposizioni con la Serie A. Manca poco insomma per organizzare definitivamente le trasferte. La Salernitana giocherà 4 volte lontano dall’Arechi. Quella del 28-29 luglio in casa del Pordenone si giocherà certamente a Trieste: ieri è arrivata la comunicazione della società neroverde che, per evitare concomitanze con l’Udinese alla Dacia Arena, è stata costretta a chiedere ospitalità alla Triestina e giocherà al Nereo Rocco. Già fissato invece il calendario dei playoff: preliminari in gara secca il 4 e 5 agosto sul campo della migliore classificata, poi semifinali di andata (8-9 agosto) e quelle di ritorno (12-13 agosto). La doppia finale sarà giocata il 16 e 20 agosto; playout il 7 e 14 agosto.

La volontà di finire tutto sul campo è più che mai viva. Ma cosa succederebbe se non fosse possibile per motivi dipendenti dalla pandemia? Il consiglio federale di ieri ha sentenziato anche su questo, ribadendo il no all’alterazione del numero di promosse e retrocesse. È passata la linea Gravina, quella dell’algoritmo, col voto contrario dei tre consiglieri in quota Serie A, tra cui Claudio Lotito che era fisicamente presente nella sede romana di via Allegri insieme al presidente federale e agli altri consiglieri Dal Pino, Ghirelli, Lo Monaco, Sibilia e Ulivieri. Tutti gli altri erano in videoconferenza, tra cui Mauro Balata, numero uno della Lega B. Nei giorni scorsi era stata proprio la Lega di Serie A a votare una delibera per bloccare le retrocessioni in B (se non già aritmeticamente decretate) e di conseguenza anche le promozioni dalla cadetteria alla massima divisione. La Salernitana sarebbe ampiamente in corsa. Con l’augurio di lasciarlo nel cassetto, per elaborare i piani di riserva serve la calcolatrice. Caso per caso. Il 10 luglio è la deadline per riorganizzare una conclusione regolare, in caso di stop imprevisto. Viceversa, scenderebbero in campo i “criteri correttivi” per poter determinare le classifiche e stabilire i verdetti. Nel piano B, l’algoritmo determinerebbe le griglie di playoff e playout e si proverebbe a disputare solo gli spareggi. Un’ipotesi che si materializzerebbe solo se il campionato si fermasse dopo il 10 luglio. La formula matematica è un’equazione. Al numero di punti conquistati sul campo vanno ad aggiungersi due prodotti: quello che calcola la media punti casalinga per i restanti match tra le mura amiche e quello che determina il trend nelle partite in trasferta con lo stesso sistema. In caso di parità di punti tra due squadre, classifica avulsa ed altro ancora. Andrebbero in A le prime tre e in C le ultime quattro. Se un nuovo stop si verifica durante la disputa dei playoff, l’algoritmo sarebbe applicato alle sole squadre rimaste in lizza. Comunque vada, la Serie B 2020/21 accoglierà il Vicenza, Monza e Reggina decretano vincitrici dei rispettivi gironi dalla Figc.

Autore dell'articolo: Eugenio Marotta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*