TRAGEDIA AL PORTO. SILENZIO, MAESTRANZE FERME –

“Gli sforzi prodotti fino ad oggi per la sicurezza sul lavoro nei porti non sono sufficienti” . Così i sindacati di categoria dei trasporti.  L’infortunio che è costato la vita a un giovane lavoratore, Beniamino Tafuri, di appena 42 anni che lascia una moglie e una figlia di 8 anni, morto per le gravi ferite provocate dall’incidente sul lavoro mentre era alle prese con alcune cataste di bande di rame e si è visto piombare addosso un carrello elevatore che lo ha letteralmente travolto.  Con questo ennesimo decesso aumenta il numero delle vittime al porto di Salerno di lavoratori impegnati nella movimentazione di merci. Per questi motivi i sindacati di categoria , i segretari della Filt Cgil, Fit Cisl e Uil Trasporti hanno promosso per oggi uno Sciopero di 24 ore nello scalo portuale di Salerno per chiedere maggiore sicurezza.

“L’infortunio che è costato la vita a Beniamino Tafuri, ripropone purtroppo la questione della sicurezza all’interno del Porto di Salerno più volte sollevata dalle organizzazioni sia nei confronti delle aziende che nei confronti degli Enti preposti alla verifica e al controllo delle condizioni di sicurezza. Il lavoro dovrebbe dare speranza e futuro, non provocare morte e disperazione nelle famiglie delle vittime. Non è più tollerabile che si possa morire in questo modo.

Mentre la triplice chiede che la Magistratura e gli organi inquirenti realizzino un impegno fortissimo nell’individuare le precise cause e responsabilità di questa tragedia” stamani si è tenuto anche un incontro presso l’autorità portuale dove è stato ribadito l’impegno a garantire la sicurezza con la convocazione del comitato.

 Entra a far parte della CHAT di TV Oggi Salerno


NOTE SUI COMMENTI
L'area dei commenti vuole fornire agli utenti di questo sito la possibilità di esprimere la propria opinione su vari argomenti.
Questo però deve avvenire nel pieno rispetto del vivere civile e del buon gusto.
Pertanto è assolutamente vietato inserire messaggi dal contenuto minaccioso, insultante, diffamatorio, ingiurioso, osceno, volgare, offensivo, pornografico, sacrilego, sessualmente esplicito o indecente, e ogni quant'altro costituisca di per sé o induca ad atti illeciti, comporti responsabilità civile o che in qualunque altro modo violi qualsiasi legge locale, regionale, nazionale od internazionale.
Ciò nonostante gli amministratori di questo sito non possono essere ritenuti responsabili di come, dove e da chi questo forum viene utilizzato in quanto non sono nella possibilità concreta di esercitare un controllo diretto sugli stessi.
Chiunque però dovesse riscontrare contenuti non in linea con i principi fin qui descritti può segnalarceli all'indirizzo redazione@tvoggisalerno.it per la rimozione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Author: Barbara Albero

1976 stories / Browse all stories

Related Stories »

meteo
Meteo Salerno
#pubblicità#

POP UP BUONO SCONTO